| categoria: sanità Lazio

IL PUNTO/ Perchè il Pronto Soccorso la notte diventa terra di nessuno

Due episodi in pochi giorni, con dinamiche ed esiti diversi, un denominatore comune, il Pronto Soccorso di un ospedale. E’accaduto qualche giorno fa al Pertini, quando due giovani rom hanno sfasciato tutto, anche le vetrate e si sono dileguati; si è ripetuto l’altra notte all’ospedale di Tivoli. l’energumeno è stato arrestato, non prima di aver picchiato un poliziotto e la dottoressa di turno. La letteratura giornalistica sull’argomento è corposa, la notte trovarsi al Pronto Soccorso di un ospedale può essere molto pericoloso, ne sanno qualcosa medici, portantini, infermieri. Sono terre di frontiera, nelle quali si scaricano tensioni, dolori, aggressività. La fauna notturna che ha bisogno di essere medicata e curata spesso non è di quelle che si vorrebbe incontrare in una strada buia, ci sono drogati, ubriachi, feriti in risse. Ma accanto ci sono anche i malati “normali”, i codici rossi, verdi e gialli che confluiscono inevitabilmente in quell’unico imbuto. La notte si vive, lì dentro, c’è gente che sta male e gente che lavora e stringe i denti. Luce artificiale, buio e dolore possono essere un mix esplosivo. Si può ovviare? Alcune strutture provvedono autonomamente e adottano precauzioni e norme rigidissime. Altre sono in balia degli eventi. Ci vorrebbe più sicurezza, certo, ci vorrebbero presidi di polizia, ci vorrebbe il controllo del territorio. Ma ovviamente la risposta è che non ci sono uomini a sufficienza, non ci sono risorse. Eppure il controllo della notte è fondamentale per il controllo del territorio, gli ospedali sono tra le strutture che vivono e pulsano 24 ore su 24. Se un presidio di forze dell’ordine fosse presente e ben visibile anche all’esterno probabilmente questo darebbe più sicurezza ai cittadini delle vie circostanti, oltre che alla popolazione notturna degli ospedali.

Ti potrebbero interessare anche:

Mazzette infinite alla Asl RmE. Ricattavano i ristoratori?
PROMESSE/ Zingaretti, in un anno dimezzato il deficit, da giugno ripartono le assunzioni
DIETRO I FATTI/ Regioni contro Renzi, Zingaretti fuori dal coro. Tace
CAOS TICKET/ 2 - la Regione invita i cittadini a rivolgersi a Caf e Asl
Zingaretti blocca i pagamenti delle strutture private?
DIETRO I FATTI/ Esami anche di sera per ridurre le liste d'attesa? Le solite promesse da Zingaretti



wordpress stat