| categoria: Dall'interno

Nessuno dorme con il disabile, salta la gita. E i genitori devono pagare una penale

Non andrà in gita una ragazzina disabile che frequenta una scuola media di Legnano (Milano): i compagni di classe, via WhatsApp, si erano mandati messaggi spiegando che nessuno la voleva in camera. “Ci dareste una responsabilità troppo grande”, hanno scritto. I genitori hanno parlato con gli insegnanti, c’è stato un consiglio di classe, hanno chiesto spiegazioni e incontri con i dirigenti. Ma la risposta che hanno avuto, raccontano, è stata una richiesta di pagare all’agenzia di viaggio una penale per la mancata partecipazione alla visita a Mathausen. Una situazione di “discriminazioni e cyber bullismo”, secondo la consigliera regionale 5 stelle Paola Macchi, su cui i genitori hanno scritto al provveditorato e al ministero, che ha inviato una lettera alla scuola e per conoscenza a loro.

Ti potrebbero interessare anche:

Per il Conclave +10% di turisti,ma per l''Angelus del nuovo Pontefice sarà boom
Franceschini: siti culturali "luoghi pubblici essenziali", precetteremo i custodi
RICICLAGGIO/ Blitz della Finanza in Iwbank, 13 indagati, operazioni sospette per 16 milioni
Animali intrappolati nella neve, corsa contro il tempo per salvarne in centinaia
Perché le Olimpiadi invernali Milano – Cortina farebbero decollare l'economia
Lecce, un uomo e una donna uccisi in condominio a coltellate



wordpress stat