| categoria: editoriale

La vittoria di Pirro del premier

Il risultato del referendum sulle trivelle è “politico”, non può essere valutato solo sotto il profilo tecnico-giuridico. Niente quorum, ma la guerra delle trivelle è appena iniziata. In fondo il quesito era solo un pretesto, le ragioni vere erano altre e rimangono tutte. L’arroganza di Renzi, i suoi pasticci con le lobbies, la politica energetica e ambientale non condivisa ha irritato anche una fetta dei suoi sostenitori, ha irritato soprattutto i presidente delle nove regioni che hanno indetto il referendum, in parte regioni rosse, come la Puglia. E il governatore pugliese ha avuto parole di fuoco, in tv contro il premier. Lo ha aggredito con una violenza verbale e di argomenti che nemmeno il più deciso degli oppositori ha mai usato. La guerra delle trivelle è appena cominciata, è nata una fronda importante nel Pd contro La lobby che a Palazzo Chigi fa e disfa come nel peggior regime. Altro che Bersani, altro che Cuperlo, Puglia e Basilicata hanno quasi sfiorato il quorum e sono contro Renzi. Gliela faranno pagare. E certo il premier non può aspettare tranquillo la scadenza delle amministrative di giugno. Con l’aria che tira Roma e Milano sono a forte rischio, e perderle significherebbe andare a fondo, arrivare al referendum costituzionale con le ossa rotte. Una waterloo, insomma. Anche Mentana nel corso della sua diretta ha rimbrottato aspramente il premier, contestando le sue argomentazioni e le sue aperture. E nel mondo dei media sono sempre di più quelli che prendono coraggio e cominciano a contestare l’imperatore Difficile capire come Palazzo Chigi possa uscire dall’angolo, pur avendo in mano un potere enorme. Poteva pensarci prima, poteva evitare la sfida. L’arroganza del potere lo ha messo nei guai. Una vittoria di Pirro

Ti potrebbero interessare anche:

Ma che razza di governo è?
Grecia, tutto risolto? Macchè, il sentiero di Atene è cosparso di mine
Roma volta pagina, speriamo in un commissario illuminato
Quando la giustizia è miope e tutela solo i presunti colpevoli
Ammettiamolo. E' anche una discreta squadra
Perché ci lasciamo prendere a schiaffi. E' questa la rivoluzione green?



wordpress stat