| categoria: Dall'interno, Senza categoria

MILANO/ I veterinari propongono agli aspiranti sindaci nuove regole per il rapporto cittadini-animali

Sette proposte per far sì che Milano diventi “un luogo di riferimento nella qualità del rapporto tra cittadini e animali”. Sette proposte per una città che ha 85 mila cani iscritti all’anagrafe della Asl e che, se si contano anche quelli randagi e non iscritti, arriva a quasi 120 mila esemplari. L’ordine dei medici veterinari milanesi entra nel vivo della campagna elettorale per le comunali del prossimo 5 giugno e si rivolge a tutti i candidati sindaco, a prescidere dal colore politico. “La nostra proposta è trasversale a tutti i candidati perché riteniamo che l’attenzione verso gli animali sia un indice importante di civiltà, che prescinde da qualsiasi orientamento politico. Il prossimo sindaco di Milano potrà contare sul nostro supporto per sviluppare nel corso del mandato ciò che proponiamo e auspichiamo”, ha detto la presidente dell’ordine Carla Bernasconi.

1) Nuovo regolamento per tutelare gli animali domestici: da anni è in cantiere un testo che, chiedono i veterinari, la nuova giunta dovrà realizzare. E si rendono disponibili, i medici degli animali, per collaborare a renderlo più agile e snello, focalizzato sulla convivenza tra uomo e animale, in un’ottica di tutelare soprattutto questi ultimi.
Assistenza sanitaria convenzionata e patente obbligatoria per fare il padrone: 7 proposte per i 120mila cani di Milano

Condividi

2) Fondo gestito da una Onlus per dare assistenza veterinaria convenzionata per chi ha problemi economici: in questo modo si copriranno le prestazioni mediche dei veterinari liberi professionisti che cureranno gli animali di chi è indigente (e che per questo avrà accesso al fondo). Anche in questo caso l’obiettivo è salvaguardare la salute dell’animale.
Assistenza sanitaria convenzionata e patente obbligatoria per fare il padrone: 7 proposte per i 120mila cani di Milano

Condividi

3) Promuovere e sensibilizzare sul tema del rapporto uomo-animale coinvolgendo scuole e cittadini in convegni, incontri e conferenze.

4) “Il patentino” per imparare a educare un cane: con questa iniziativa i padroni di cani saranno in grado di educare i loro animali grazie a corsi erogati da Comune, Asl e veterinari professionisti.

5) Convenzione con veterinari liberi professionisti per soccorrere gli animali feriti. L’Ordine propone di regolamentare un sistema di soccorso che non sia completamente a carico né di chi soccorre né del medico che interviene. A ciò si affianca la creazione di una app che indichi le strutture veterinarie convenzionate.
Assistenza sanitaria convenzionata e patente obbligatoria per fare il padrone: 7 proposte per i 120mila cani di Milano

Condividi

6) Rilancio degli ippodromi, luogo di svago e intrattenimento.

7) Tavolo tecnico permanente per consulenza tra veterinari e sanità pubblica e privata, ufficio diritti animali e rappresentanti di associazioni animali e cittadini. L’idea
è quella di dare ai milanesi e all’amministrazione uno strumento che permetta una interlocuzione reattiva su tutti i temi che coinvolgono gli animal

Ti potrebbero interessare anche:

Gli slip? Si cambiano ogni 4 giorni. Parola di ministro (Clini): si risparmia acqua ed energia
Conte accetta, è lui il nuovo ct della nazionale
Estorsione, usura, riciclaggio, 61 arresti a Roma per associazione mafiosa
L'ESPERTA - Cyberbullismo, quando l'uso sbagliato del web diventa infernet
Viterbo, il "giallo" del teatro Caffeina
Nuovi casi Coronavirus nella Tuscia, tre a Tuscania, parla il sindaco



wordpress stat