| categoria: Dall'interno

Non riescono a pagare il mutuo e si uccidono. Trovati dopo un mese

Li hanno trovati distesi sul letto matrimoniale, l’uno accanto all’altro. Lui teneva ancora in pugno una pistola calibro 7,65. Erano marito e moglie, («si volevano bene, erano sempre insieme», raccontano i vicini) e secondo i carabinieri hanno deciso di morire per gravi problemi finanziari: sembra non riuscissero più a pagare il mutuo ed erano terrorizzati di perdere la casa. Un omicidio-suicidio, dunque, avvenuto almeno un mese fa secondo i primi accertamenti del medico legale, anche se la coppia era scomparsa da due mesi.
Il ritrovamento nella notte a Poggio a Caiano in una palazzina di via Leonardo da Vinci. Lucio Leonelli, 50 anni, fiorentino, operaio e dipendente di una cooperativa e Grazia Spessato, 47 anni, di Padova, prima di scomparire avevano detto a parenti e amici che sarebbero andati a fare un viaggio in Bulgaria. «Partiamo il 2 marzo», avevano raccontato prima di scomparire. I vicini di casa non si sono accorti di niente sino a quando non hanno avvertito cattivi odori provenire dall’appartamento della coppia e, dopo aver suonato inutilmente il campanello di casa, la sera del giorno della Liberazione hanno avvertito i vigili del fuoco. La pistola usata, regolarmente denunciata, erra di proprietà della donna che in passato aveva lavorato per una società come guardia giurata. Poi, dopo l’ennesima ristrutturazione, aveva perso il lavoro e si arrangiava come collaboratrice domestica

Ti potrebbero interessare anche:

Pietro Maso uscito dal carcere, dopo 22 anni e' libero
Stevanin, il serial killer iscritto al corso di giardinaggio del carcere
Enel, Scaroni e Tatò condannati per il disastro ambientale di Porto Tolle
'NDRANGHETA/Parla il sociologo, sulle processioni la Chiesa recida i rapporti
Omicidio in Calabria: fermato il presunto autore del delitto, ha 25 anni
Chieti, la truffa delle lauree regalate: anche 8 esami validai in un giorno



wordpress stat