| categoria: politica

Renzi (contestato) in Calabria e Sicilia per firmare il “patto per il Sud”

“Noi siamo in prima fila con i giudici e con le forze dell’ordine per sconfiggere ogni forma di criminalità”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi a Reggio Calabria per l’inaugurazione del Museo che ospita i Bronzi di Riace. “Tutti insieme per i prossimi due anni mettiamo da parte le polemiche e lasciamole ai professionisti del no”, ha aggiunto. Il premier si è poi recato a Catania per la firma del Patto per il Sud con il sindaco di Catania, Enzo Bianco.

“La Calabria è una terra meravigliosa” – “Oggi, proprio dal Museo di Reggio Calabria, dobbiamo dare spazio all’Italia che vuole dire sì e vuole guardare al futuro”, ha quindi ribadito. “Abbiamo preso degli impegni, ma questo non basta. Noi continueremo a insistere sul tema dell’Alta velocità”, ha proseguito Renzi. “E vogliamo farlo – ha sottolineato – perché vogliamo che questo Museo sia ben collegato e abbia intorno delle strutture che consentano di incrementare la presenza dei visitatori. La Calabria ha delle meravigliose bellezze paesaggistiche e dobbiamo fare in modo che i turisti riescano a raggiungere questa regione comodamente”.

“Quando avremo sistemato tutto ciò che è rimasto aperto per troppo tempo in Calabria e Sicilia, ci occuperemo anche del Ponte sullo Stretto. Prima però dobbiamo chiudere i lavori sulla Salerno-Reggio Calabria e sulla statale ionica 106”, ha specificato il premier.

Reggio Calabria, sindacati protestano contro Matteo Renzi

Reggio Calabria, sindacati protestano contro Matteo Renzi
1 di 4Ansa

Chiedono un incontro con Matteo Renzi i circa 500 manifestanti che stanno protestando davanti all’ingresso principale del museo nazionale di Reggio Calabria. Si sono verificati momenti di tensione quando un gruppo di manifestanti ha cercato di superare le transenne ma è stato fermato da un fitto cordone di polizia. Il premier è in Calabria per firmare con il governatore Mario Oliverio il “Patto per la Regione”.

Reggio Calabria, sindacati protestano contro Matteo Renzi
2 di 4Ansa

Chiedono un incontro con Matteo Renzi i circa 500 manifestanti che stanno protestando davanti all’ingresso principale del museo nazionale di Reggio Calabria. Si sono verificati momenti di tensione quando un gruppo di manifestanti ha cercato di superare le transenne ma è stato fermato da un fitto cordone di polizia. Il premier è in Calabria per firmare con il governatore Mario Oliverio il “Patto per la Regione”.

Reggio Calabria, sindacati protestano contro Matteo Renzi
3 di 4Ansa

Chiedono un incontro con Matteo Renzi i circa 500 manifestanti che stanno protestando davanti all’ingresso principale del museo nazionale di Reggio Calabria. Si sono verificati momenti di tensione quando un gruppo di manifestanti ha cercato di superare le transenne ma è stato fermato da un fitto cordone di polizia. Il premier è in Calabria per firmare con il governatore Mario Oliverio il “Patto per la Regione”.

Reggio Calabria, sindacati protestano contro Matteo Renzi
4 di 4Ansa

Chiedono un incontro con Matteo Renzi i circa 500 manifestanti che stanno protestando davanti all’ingresso principale del museo nazionale di Reggio Calabria. Si sono verificati momenti di tensione quando un gruppo di manifestanti ha cercato di superare le transenne ma è stato fermato da un fitto cordone di polizia. Il premier è in Calabria per firmare con il governatore Mario Oliverio il “Patto per la Regione”.

p
leggi dopo

u

t

i

e

w

U
slideshow
T
ingrandisci
S

L

Dopo aver lasciato Reggio Calabria, Renzi è arrivato a Catania in elicottero per firmare il Patto per il Sud. L’incontro con il sindaco etneo, Enzo Bianco, è avvenuto nel Teatro Massimo Vincenzo Bellini, dove la delegazione governativa è stata accolta da una platea gremita e dall’orchestra dello stabile, che ha eseguito la sinfonia e il coro “Guerra, guerra” tratto dall’opera seria “Norma”.

“Le polemiche lasciamole ai professionisti del no” – “Tutti insieme per i prossimi due anni mettiamo da parte le polemiche e lasciamole ai professionisti del no”, ha dichiarato il presidente del Consiglio. E ha aggiunto: “Dico solo basta a chi racconta il Sud come un luogo dove va tutto male. A questi io dico di provare a dire per una volta sì”.

“Vergognoso non aver speso soldi Ue” – “Negli ultimi dieci anni l’Italia non è cresciuta anche perché non ha speso i fondi Ue, ed è uno scandalo vergognoso avere buttato soldi nostri, avere sprecato nostre risorse”, ha proseguito Renzi.

“Dal Cipe 3,5 miliardi per ricerca e cultura” – Sempre nel corso del suo intervento a Catania, il premier ha annunciato che “il 1° maggio ci riuniremo a Palazzo Chigi e il Comitato interministeriale per la programmazione economica assegnerà 3,5 miliardi di fondi, 2,5 alla ricerca e un miliardo alla cultura”.

“Meno banchieri e più credito alle imprese” – “In Italia abbiamo degli straordinari banchieri ma abbiamo troppi banchieri”, ha affermato Renzi. “Bisogna avere il coraggio di dire che le banche devono fare il processo di accorpamento, non è possibile che in ogni Comune ci sia una banca e consiglieri di amministrazione e poltrone”. E ancora: “Vogliamo meno banchieri e più credito a imprese, famiglie e giovani che vogliono investire senza pensieri”.

Ti potrebbero interessare anche:

Grillo sbarca ad Ancona, in piazza anche i "dissidenti"
Amato, piccato, replica alle contestazioni: mi dimetto da altri incarichi, dimenticate che sono un g...
Fitto assolto da due reati di falso. Ma deve risarcire la Regione
Rientro di capitali, ok senza modifiche. Oggi in aula
Grillo rilancia sul reddito di cittadinanza, scontro con Fi
Governo spinge gli investimenti, ipotesi sgravi del capital gain



wordpress stat