| categoria: esteri

Rolling Stones a Trump, basta usare nostre canzoni

“You Cant Aways Get What You Want”, neanche se sei Donald Trump. I Rolling Stones hanno intimato al frontrunner repubblicano di non usare le loro canzoni in campagna elettorale. In un comunicato diffuso oggi il celebre complesso rock si è unito ad altri artisti che hanno chiesto all’ormai unico candidato in corsa per la nomination dei repubblicani di astenersi “con effetto immediato” di far suonare la loro musica nel corso di eventi politici.
Il miliardario ha usato le canzoni degli Stones per mesi assieme a brani di Elton John, pezzi d’opera e classici del rock. Tra i favoriti della sua colonna sonora c’é appunto il celebre “You Can’t Always Get What You Want” del 1969, mentre ieri a un comizio la campagna di Trump ha suonato “Start Me Up”.
Altri artisti che hanno ordinato a Trump di non usare le loro canzoni sono Adele, il frontman di Aerosmith Steven Tyler e Neil Young.

Ti potrebbero interessare anche:

Nsagate, riappare la 'talpa': "Usa spiano la Cina e Hong Kong"
COPRIFUOCO A DRESDA/ La paura di un attentato ha impedito una manifestazione politica all’aperto. No...
Ucraina, la Russia sposta uomini e armamenti in massa alla frontiera
Nucleare, Ministro Esteri Teheran: intesa mai così vicina
Nuovo attacco dell’Isis nell’Est della Libia: catturati 150 prigionieri
ATTACCO A IMPORTANTE OLEODOTTO IN LIBIA, PETROLIO VOLA



wordpress stat