| categoria: economia, Senza categoria

Boeri: “Sistema vitalizi parlamentari è insostenibile”. La Camera replica: non sono fatti dell’Inps

Il sistema dei vitalizi parlamentari e ”insostenibile”. I correttivi apportati più di recente alla normativa, ”pur avendo arrestato quella che sembrava una inarrestabile crescita della spesa, non sono in grado di evitare, come si vedrà, forti disavanzi anche nei prossimi 10 anni”. Lo afferma il presidente dell’Inps, Tito Boeri, in audizione nella commissione Affari costituzionali della Camera. La spesa per le pensioni dei parlamentari, negli ultimi 40 anni, osserva il presidente, è stata ”sempre più alta dei contributi”.
Oggi, sottolinea, ci sono circa 2.600 vitalizi in pagamento, per cariche elettive alla Camera o al Senato, per un costo stimato in circa 190 milioni di euro. “Si tratta di una sottostima” perché sono stati esclusi eventuali anni di servizio presso il Parlamento europeo o presso Consigli Regionali.
Applicando le regole del sistema contributivo, oggi in vigore per tutti gli altri lavoratori italiani, all’intera carriera contributiva dei parlamentari, la spesa per vitalizi si ridurrebbe del 40%. In altre parole ”i vitalizi dei parlamentari sono quasi il doppio di quanto sarebbe giustificato alla luce dei contributi versati” dice il presidente dell’Inps. Portando le prestazioni parlamentari ai valori normali la spesa scenderebbe a 118 milioni, con un risparmio, dunque, di circa 76 milioni di euro all’anno (760 milioni nei prossimi 10 anni).Boeri spiega che il sistema di calcolo dovrebbe essere applicato non solo ai parlamentari ma anche ai consiglieri regionali. Dunque, applicando il sistema contributivo su tutti i vitalizi, il risparmio complessivo, in caso di ricalcolo per l’insieme delle cariche elettive, sarebbe di circa un miliardo e 457 milioni sui primi 10 anni. Il risparmio, osserva il presidente dell’Inps, sarebbe “in grado di contribuire in modo significativo alla riduzione della spesa pubblica o al finanziamento di programmi sociali”.
Nel dettaglio, con l’applicazione del sistema contributivo il vitalizio parlamentare minimo passerebbe da 26.379 euro a 2.487 euro, mentre quello medio scenderebbe da 56.830 euro a 33.568 euro. I tagli interesserebbero il 96% dei casi.

E se il numero uno dell’Inps Tito Boeri ha esplicitamente detto che la spesa per vitalizi è destinata ad eccedere anche nel prossimo decennio di circa 150 milioni l’anno i contributi versati da deputati e senatori e che, a conti fatti, i vitalizi dei parlamentari sono quasi il doppio di quanto sarebbe giustificato alla luce dei contributi versati, la Camera gli risponde in sintesi che questi conti non lo riguardano perché di fatto l’Inps non paga i vitalizi a nessuno. Le parole utilizzate sono queste: “Gli oneri derivanti sia dal nuovo sistema contributivo, che dal sistema dei vitalizi in vigore in precedenza, gravano interamente ed esclusivamente sui bilanci interni di Camera e Senato, e non dell’Inps”.La nota di precisazione della Camera dei Deputati quindi sostiene che “le valutazioni espresse dal presidente dell’Inps Tito Boeri quanto alla sostenibilità del sistema dei vitalizi per i parlamentari sono ben note all’amministrazione della Camera dei deputati. Come lo stesso presidente Boeri ha ricordato – si legge ancora nella nota di Montecitorio – i vitalizi non esistono più dalla scorsa legislatura, gennaio 2012, quando l’Ufficio di Presidenza della Camera deliberò l’abbandono del sistema che era stato adottato fin dalla prima legislatura repubblicana, introducendo un trattamento pensionistico dei parlamentari basato su un sistema di calcolo contributivo analogo a quello vigente per i pubblici dipendenti. Per avere diritto alla pensione, un parlamentare – sottolinea la nota – deve aver svolto la funzione per almeno 5 anni e aver compiuto i 65 anni di età”. Infine la Camera, nella stessa nota, anticipa che “all’esame della prima Commissione della Camera ci sono ulteriori ipotesi di riforma, sempre nell’ottica di allineare il trattamento per i parlamentari a quello ordinario”.

Ti potrebbero interessare anche:

Scontro Berlusconi-Viminale sulla scorta, ora la sua sicurezza è affidata ai carabinieri
PUNTI DI VISTA/ Giu', nella Napoli che non si vede
ROMA/ Nieri, la prossima settimana tavolo con i sindacati sui concorsi
PD/ A Roma scontro aperto, botta e risposta Bettini-Marroni
Variante di valico, abbattuto l'ultimo diaframma
il senatore Razzi bloccato a Pyongyang con una troupe Rai



wordpress stat