| categoria: Dall'interno

Una degna sepoltura, si moltiplicano in Italia i cimiteri di cani e gatti

Non è passato nemmeno un anno dall’apertura de Il Fido Custode, il cimitero per animali d’affezione immerso nel Parco Sud di Milano, ma già tantissimi padroni hanno deciso di sceglierlo come luogo per fare un ultimo gesto d’amore per i propri animali domestici.
In attività dallo scorso agosto 2015 , è un’area verde curata e silenziosa che accoglie cani, gatti e tutti gli animali d’affezione di qualsiasi taglia e dimensione. E’ uno dei vari cimiteri che da qualche anno in Italia custodiscono i resti delle nostre amate bestioline. (di Alessandra Magliaro)

Tra i tanti ci sono Dignipet in Toscana con il suo Parco dei ricordi, Valle degli affetti in provincia di Pescara, Il Giardino di Artemide a Reggio Calabria, il Parco Beato un prato immerso nelle campagne di Zagonara di Lugo (RA), il Cimitero Animali di Caserta, il Mac a Ferrara, i Due Trulli a Bari, La Cuccia a Sassari, il Parco degli affetti ad Aulla in Lombardia, che è stato il primo cimitero in assoluto, è comunale (quasi tutti sono privati) e dedicato anche ai poveri randagi. A Roma, in zona Portuense, c’è il cimitero degli animali (con licenza comunale) “Casa Rosa”. Che ha un’origine antica visto che Antonio Molon, il padre del proprietario Luigi, si occupò negli anni Venti di seppellire la famosa gallina che Benito Mussolini e donna Rachele tenevano a Villa Torlonia come animale domestico e con la quale giocavano i figli Bruno, Vittorio e Romano. Successivamente furono seppelliti lì il cane di Sandro Pertini, i gatti di donna Vittoria Leone, quelli di Anna Magnani.

Ma la nuova (nuova si fa per dire, le civiltà antiche a cominciare dagli egizi lo prevedevano eccome) frontiera sono i cimiteri uomini e pet, dove riposare insieme. In provincia di Pisa a Fauglia dal 2012 il sindaco Carlo Carli porta avanti il progetto di un giardino comune per seppellirli insieme. Non c’è ancora riuscito, ma assicura all’ANSA, l’idea non è affatto tramontata.

Il Fido Custode ha già accolto quasi 200 animali e il progetto continua a ricevere apprezzamenti, tutto questo grazie alla passione che Fausto Bianchi, ideatore e amministratore, ha messo nel progetto.
“Anche se alcuni ancora non lo comprendono, la perdita di un animale domestico è un grande dolore” – dichiara Fausto Bianchi – “Nato da un forte amore per gli animali abbiamo pensato di aprire Il Fido Custode per aiutare chi sta attraversando questo tipo di lutto a superarlo nel miglior modo possibile fornendo un servizio completo che si occupa di tutti gli aspetti: dal ritiro delle spoglie, all’inumazione o cremazione.”
Nello staff del Fido Custode troviamo anche la Dott.ssa Shara Faelli, responsabile medico sanitario e veterinario della struttura, alla quale spetta anche il compito di accertare e certificare i decessi e di rilasciare l’eventuale documento regionale per la cancellazione del microchip e la Dott.ssa Elisa Silvia Colombo che,se necessario, fornisce supporto psicologico ai padroni.

“Il Fido Custode è stato realizzato per dare ai cittadini la possibilità di scegliere se considerare il proprio fedele animale come un rifiuto da smaltire o se invece pensarlo come un amico fedele e pertanto trattarlo con rispetto e dignità anche dopo la sua scomparsa” spiega l’architetto Fausto Bianchi.
Per sensibilizzare sul tema è stato anche realizzato un video che racconta la storia vera del veterinario di Athos, il cane che fino all’ultimo ha lottato per salvare.Intitolato “Un ultimo gesto d’amore”, in pochi giorni è già diventato virale con oltre 111 mila visualizzazioni sulla pagina. Nato nell’agosto 2015, “Il Fido custode” è il primo cimitero di Milano dedicato ai compagni di vita dell’uomo ed esegue il servizio di ritiro delle spoglie animali, presso il domicilio o ambulatorio veterinario, si occupa della preparazione della salma e del trasporto presso il cimitero. Il servizio principale è l’inumazione ma per chi lo desidera è anche disponibile il servizio di cremazione con riaffido delle ceneri oppure spargimento in una apposita area verde all’interno del cimitero

Ti potrebbero interessare anche:

Roma, oscurata con vernice rossa la lapide in memoria di Ciro Esposito
Milano, 23 coltellate alla moglie, aveva scoperto la su amante
Terremoto, danni per 23 miliardi
Quattro università italiane tra le prime 200 al mondo
Opere incompiute, in Sicilia ci sono 142 "cattedrali nel deserto"
Shaolin Quan Fa Italia, corsi online di Kung fu e Qi Gong



wordpress stat