| categoria: salute

Rischio ipertensione con 4 o più porzioni di patate a settimana

Bollite, al forno, fritte o come purè. E’ difficile resistere alle patate, ma per chi è goloso arriva una brutta notizia: mangiarne 4 o più porzioni alla settimana fa aumentare il rischio di ipertensione. Lo rivela uno studio osservazionale del Brigham and Women’s Hospital (Bwh) pubblicato sul ‘British Medical Journal’. Chi mangia patatine fritte ha un rischio più alto (+17%), mentre chi opta per le patate bollite o al forno si ferma all’11% in più rispetto a chi mette il tubero nel piatto solo una volta al mese.

“Abbiamo verificato che chi all’inizio non aveva un pressione arteriosa elevata dopo aver consumato 4 o più porzioni di patate alla settimana, in seguito ha visto saliere la pressione rispetto a chi ha mangiato solo una porzione al mese – spiega Lea Borgi, tra gli autori della ricerca – Inoltre abbiamo scoperto che chi ha sostituito una porzione di purè o di patatine al forno con un vegetale non amidaceo ha avuto un minor rischio ipertensivo”.

Ti potrebbero interessare anche:

Il cervello può essere "allenato" a preferire cibi sani
AUTISMO - Binetti, Bene il ddl ma è senza risorse aggiuntive
Una persona con diabete su cinque si rivolge al "dottor Google"
Vaccini, in calo copertura anche seconda dose trivalente
Pere, spezie, spinaci e pesce nella dieta 'amica' del cervello
Massaggi in spiaggia, tanti rischi per la salute



wordpress stat