| categoria: In breve

Giallo catamarano, catturato De Cristofaro

E’ stato arrestato in Portogallo dalla Polizia di Ancona, Filippo Antonio “Pippo” De Cristofaro, condannato nel 1991 in via definitiva alla pena dell’ergastolo per l’omicidio di Annarita Curina, 34enne skipper pesarese, uccisa nel 1988 per appropriarsi del suo catamarano. Il corpo fu recuperato da alcuni pescatori e l’uomo fu accusato anche di occultamento di cadavere.

La cattura – come scrive Il Messaggero – è stata possibile grazie alla cooperazione tra i poliziotti della Squadra Mobile di Ancona, quelli dello S.C.O. della Polizia di Stato, i nuclei speciali della Polizia portoghese ed il coordinamento di Eurojust. Era latitante dal 2014.

De Cristofaro era evaso due volte. La prima, nel 2007, dal carcere di Opera dove era recluso dal 1988. La seconda, dal carcere di Porto Azzurro, nel 2014, dove era stato trasferito dopo la cattura nel 2007.

‘Non sono chi cercate’ – “Non sono l’uomo che state cercando”. Così Filippo Antonio De Cristofaro alla vista degli agenti che lo stavano arrestando. Lo racconta il quotidiano ‘Il Messaggero’ che anticipa la notizia dell’arresto del latitante diffusa stamattina dalla polizia italiana. Secondo il quotidiano romano, l’uomo – fuggito dal carcere nel 2014 per la seconda volta – ha anche tentato una fuga a piedi, un ultimo tentativo di resistere alla legge. L’arresto è avvenuto due giorni fa e, secondo ‘Il Messaggero’, per De Cristofaro a breve potrebbe essere concessa l’estradizione dal Portogallo.

Elementi per indagare due persone – Durante le indagini sulla fuga di Filippo De Cristofaro, il killer del catamarano, dall’isola d’Elba nel 2014 sono emersi elementi utili ad “indagare almeno due persone”. Lo ha detto il capo della Squadra Mobile di Ancona Virgilio Russo, rispondendo alle domande dei giornalisti su eventuali complicità e sostegni nella latitanza. “Una donna? Ci può stare” il commento del questore Oreste Capocasa.

De Cristofaro, che stava scontando l’ergastolo nel carcere di Porto Azzurro, per l’omicidio della skipper pesarese Annarita Curina avvenuto nel 1988, era in permesso premio a Portoferraio per tre giorni, dal 19 al 21 aprile, ma si era dileguato già dal 19.

Parla l’ex compagna Diana, ‘Sono molto felice’ – ”Nooo, davvero? Sono così felice!!! grazie…”. Così Diana Beyer in un sms inviato al difensore, l’avv. Marina Magistrelli, che stamani l’ha informata dell’arresto di Filippo De Cristofaro, il suo ex compagno e complice nel delitto del catamarano. Diana, 44 anni, tre figli, il più piccolo dei quali ha 11 anni, vive in Olanda, non ha più rivisto De Cristofaro, ma, ricorda il legale, ”ha ancora molta paura di lui”. ”Oggi ci siamo parlate più volte al telefono, e lei quasi non credeva alla notizia dell’arresto”.

Ti potrebbero interessare anche:

Cinque Stelle, niente consultazioni di Grillo al Quirinale, incontreremo Rodotà
ROMA/Due incidenti in Via Ostiense, motociclista in coma
Roma, prostitute minorenni: 'quello che facevo non è grave'
STALKING/Dopo botte per anni arrestato l'ex di una vittima
Il Tar boccia Cusani, fuori dalle elezioni provinciali
TERRORISMO/ "Scritte arabe" su aerei Vueling a Fiumicino



wordpress stat