| categoria: attualità

Firenze, per la voragine l’ipotesi di reato è “crollo colposo”

L’ipotesi di reato è “crollo colposo”. La procura non ha perso tempo, da ieri è aperta l’inchiesta sulla voragine che a Firenze si è aperta sul Lungarno Torrigiani inghiottendo una ventina di auto per cinque metri e facendo franare la strada, una di quelle percorse tutti i giorni da migliaia di turisti. Siamo infatti a poche centinaia di metri dal Ponte Vecchio e all’altezza della Galleria degli Uffizi anche se sul lato opposto del fiume. Intanto il sindaco Dario Nardella ha assicurato ai cittadini di Firenze che “non saranno loro e nemmeno il Comune a pagare i danni, neppure un euro andrà sulle bollette”.
Crollo sull’Arno, la cantina finita sott’acqua: “Perse bottiglie da 15mila euro l’una”
Escluso dunque ogni rincaro per gli utenti. Non solo: ha ribadito che Publiacqua, cioè la società mista che gestisce il servizio idrico, si accollerà tutte le spese. Nardella ha fretta, il 4 novembre ricorre l’anniversario dell’alluvione del 1966 e sono in programma eventi e invitati da varie parti del mondo: “Per quella data essere tutto a posto” ha annunciato questa mattina. E’ stata poi firmata un’ordinanza per creare un gruppo tecnico e subito saranno varati i lavori per impermeabilizzare il fondo e proteggerlo dalle piogge estive.
“Se verranno accertate le nostre responsabilità, io non farò sconti a nessuno. Ma prima di parlare inviterei un attimo alla calma, guardiamo cosa é successo” avverte Filippo Vannoni, presidente di Publiacqua durante il sopralluogo in Lungarno Torrigiani. “Ripeto – ha proseguito – l’azienda c’è ed è a disposizione e se sarà responsabile pagherà fino all’ultimo euro di danni. Intanto stamani, come cda, abbiamo commissionato una relazione tecnica per accertare tutto quello che é avvenuto”. Per Vannoni la situazione dal punto di vista idrico “è buona: in città c’è l’acqua, anche i residenti della ‘zona rossa’ da ieri sera hanno iniziato a riavere servizio idrico e questo vuol dire che la società ha funzionato. Il sindaco ci ha convocato qui per una riunione tecnica: aspettiamo che ci sia consegnata l’area di cantiere per capire cosa é successo”.

Ti potrebbero interessare anche:

Il Papa ad Amman, stop alla guerra in Siria, Dio converta i violenti
Palermo: clochard bruciato vivo. E' caccia all'uomo.
Bologna, i danni stimati ammontano a 10 milioni
Influenza, la peggiore dal 2003, 4 milioni a letto
Coronavirus, Speranza: "Ora controlli serrati"
Coronavirus, 10mila morti in Italia



wordpress stat