| categoria: turismo

I Corsi ‘sbarcano’ a Capraia, come nel 1767

Non a bordo di navi da battaglia come 250 anni fa, ma di due piccoli traghetti: saranno comunque un centinaio i corsi che sabato 4 giugno sbarcheranno all’Isola di Capraia per la cerimonia rievocativa della presa dell’isola nel 1767 da parte della marina corsa di Pasquale Paoli, politico, militare e leader dell’indipendenza corsa. La cerimonia rievocherà in tutto e per tutto, con abiti e armi d’epoca, la presa dell’Isola strappata al controllo genovese nel pieno delle spinte autonomiste della Corsica. Alla manifestazione è prevista la presenza del presidente dell’esecutivo corso Gilles Simeoni, del presidente dell’assemblea corsa Guy Talamoni, del sindaco di Macinaggio e di altre autorità locali corse.
La vicenda della presa dell’isola dell’arcipelago toscano da parte della marina corsa, durata per la breve stagione autonomista corsa conclusa con la vittoria francese e la conseguente restituzione di Capraia a Genova, è raccontata in un libro oggi pressoché introvabile dello storico capraiese Alberto Riparbelli ‘Aegilon’, ma sulla vicenda è stato pubblicato nel 2008 un libro a fumetti scritto da da Marc Tomassini ed illustrato da Maurice Passemard che racconta come, a partire dal 16 febbraio 1767, Pasquale Paoli decise di conquistare Capraia.

Ti potrebbero interessare anche:

Pasqua ‘soul’ alle Grotte di Castellana
TURISMO/ Quattro milioni di italiani in settimana bianca?
Cile, territorio e natura da Guinness
Palazzo Madama, una storia tutta da scoprire
A Mantova arriva Festivaletteratura 2016 in 40 spazi tra storici e dimore
Sulla via Francigena, ora anche in treno



wordpress stat