| categoria: editoriale

E bravo Conte, la squadra operaia e vincente che non ti aspetti

di Giovanni Tagliapietra

Oltre ogni ragionevole dubbio, l’Italia operaia di Conte ce l’ha fatta, spazzando via con un vittoria convincente dubbi e pregiudizi. Un avvio così deciso ha pochi risconti nello score della nostra storia agli Europei (l’ultimo nel 2000) e possiamo goderci questa piccola soddisfazione. Siamo primi nel girone e voliamo sulle ali del legittimo entusiasmo. Squadra operaia, giovane, costruita attorno ad alcuni totem del calcio italiano come Buffon, De Rossi, Chiellini. Discutevano a freddo in studio nei giorni scorsi i soloni del calcio lamentando la scarsa personalità della squadra azzurra, la mancanza di personaggi, di uomini di quella classe cristallina che ti risolve la partita con un colpo di genio. E’ la risposta. In Italia non è tempo di geni del calcio, non vengono curati abbastanza i vivai e le squadre sono zeppe di stranieri. Dicevano che mettere in campo Zaza, Immobile o Pellè non faceva la differenza, tanto sono tutti uguali. Ma evidentemente hanno una gran voglia di vincere e sono disposti a soffrire per emergere. Non ha brillato De Rossi, ma è stato sicurissimo Buffon, eroico e gigantesco Chiellini. Superlativo Bonucci. Ma gli altri hanno corso come dei disperati dal primo all’ultimo minuto, Pellè, Giaccherini, Darmian, Candreva. E si sono meritati la pagnotta. Comunque andrà a finire l’Italia è partita con il piede giusto e ha dato un po’ di sollievo ad un paese che ne ha tanto bisogno. Ora ci si metterà di mezzo il solito Matteo Renzi con un tweet di congratulazioni e la promessa di andare in Francia a dare un po’ di pacche sulle spalle e a parlare della necessità di votare “sì” al referendum di ottobre. Ma passerà anche questa.

Ti potrebbero interessare anche:

I tormenti del povero Enrico e del suo governo bifronte
MERSIN 2013/Gibilisco oro e atletica ok, Italia da record in Turchia
L'Italia scoppia, ma "Lor Signori" non sanno come rimediare
Ha ragione Alfano, tutta colpa dei giornalisti. Che riportano le sue dichiarazioni
Adesso siamo avvertiti, disastro dietro l'angolo
E' cambiato il mondo, gli operai non votano più a sinistra



wordpress stat