| categoria: In breve, Senza categoria

Belgio, blitz anti terrorismo: 12 persone arrestate, “Attentati imminenti”

Torna alto l’allarme attentati in Belgio. Dodici persone sospettate di preparare un attentato “imminente” sono state fermate nella notte in una retata in 16 comuni della regione di Bruxelles, ma anche in Vallonia e nelle Fiandre. Quaranta le persone interrogate.

La notizia, data dalla stampa belga, è stata confermata dalla procura. Circa 152 le perquisizioni effettuate tra Bruxelles, Molenbeek-St.-Jean, Schaerbeek, Anderlecht, Koekelberg, Berchem-Sainte-Agathe, Evere, Forest, Watermael-Boitsfort, Ganshoren, Zaventem, Ninove, Wemmel, Fleurus, Tubize e Liegi, secondo un comunicato diramato dalla Procura federale.

“Né armi né esplosivi” sono stati scoperti fino ad ora, ha detto l’ufficio del procuratore federale in un comunicato, aggiungendo che “le prove raccolte durante l’indagine hanno reso necessario un intervento immediato”.

Secondo quanto spiega BmfTv, molti dei sospetti erano controllati e pedinati da giorni dalla squadra antiterrorismo perché ritenuti membri di una cellula che aveva la volontà, ma soprattutto i mezzi per commettere attacchi.

A scatenare l’imponente operazione, secondo Le Soir, l’intercettazione di una telefonata che parlava di “attentati imminenti” nella capitale belga. Si attende per la mattina un comunicato della procura.

Ti potrebbero interessare anche:

Grillo: serve un parlamento che funzioni, non badanti della democrazia. Il Pdl: dieci giorni di temp...
MOSTRE/ Venezia prova format in Cina, tra cultura e "cassa"
Il prefetto di Latina spegne in extremis le velleità di Cusani: è fuori gioco
COMUNALI/ Venezia, Brugnaro cerca l'intesa anche con Fratelli d'Italia
RIFIUTI/ Blitz del Noe contro il traffico illecito, cinque misure cautelari
Donna uccisa a Roma: arrestato il figlio



wordpress stat