| categoria: In breve, Senza categoria

Caserta, pediatra arrestato per diagnosi errata su un bimba

«Aveva un tumore e ci dicevano: datele la Tachipirina. Un angelo, giocava nonostante le sofferenze. Poi un giorno disse: mamma basta medicine». A casa della famiglia Bosco, al corso Campano di Giugliano, il ricordo di quei giorni fa salire la voglia di giustizia. «Non vogliamo vendette, ma chi ha sbagliato deve pagare», dice mamma Maria che ripercorre con tutto il suo carico di dolore la malattia di Asya, dai primi sintomi – scambiati dal pediatra del centro medico di Casal di Principe per una infiammazione – alle cure al Santobono, alla morte. Dall’altro giorno i coniugi Angelo Coronella ed Ersilia Pignata sono agli arresti domiciliari; il «Pediatric center» di Casal di Principe è chiuso su ordine della Procura di Napoli Nord che ha allegato agli atti la perizia tecnica del professor Luigi Cipolloni: «Colposa sottovalutazione della sintomatologia e omissione degli approfondimenti diagnostici», la «sentenza» del medico.

Ti potrebbero interessare anche:

Kamikaze contro l'ambasciata Usa ad Ankara, morti e feriti
Stirpe (Unindustria) striglia Zingaretti, via le tasse o andiamo tutti a fondo
Emilia Romagna e Calabria al Pd, ma la vera vittoria è quella della Lega
PARTE Ligue1, il Psg senza rivali anche senza Ibra
MOSTRA DI VENEZIA/ Mel Gibson, odio la guerra ma amo i guerrieri
IL PUNTO/ Partecipate Pa, piani di tagli entro fine mese. Il nodo degli esuberi



wordpress stat