| categoria: Cultura, Roma e Lazio

VITERBO/ Riapre il “contenitore culturale” di Caffeina

Di WANDA CHERUBINI

La città dei Papi da oggi ospiterà il grande contenitore culturale di Caffeina, giunto alla sua decima edizione. Dopo aver presentato l’evento a Roma, gli organizzatori hanno voluto tenere una conferenza stampa anche a Viterbo, presso il Circolo cittadino di Caffeina, in via dei Pellegrini. Il presidente della Fondazione Caffeina, Andrea Baffo, ha posto l’accento sull’unicità del festival, che di anno in anno si è allargato sul territorio, fino a coinvolgere realtà limitrofe. Tutti vogliono partecipare a questa kermesse e già per il prossimo anno si sta pensando a luoghi d’accoglienza ancora più grandi, come l’Auditorium della Fondazione Carivit a Valle Faul. L’ingresso giornaliero a Caffeina è di 4 euro. Un biglietto a parte è previsto per i sei appuntamenti speciali in programma. Il direttore artistico Filippo Rossi ha riassunto gli eventi più salienti, ricordando l’area Senza Caffeina per i bambini ed il festival nazionale Educazione a Palazzo dei papi. Nel 2018 diventerà un festival europeo.
Per quanto concerne “Senza Caffeina”, l’evento presenta un programma ricco di appuntamenti dedicati a famiglie, ragazzi ed educatori, presso il Parco del Paradosso. Senza Caffeina è nato 8 anni fa in seno a Caffeina con lo scopo di stare vicino alle famiglie. Importante la collaborazione con l’Istituto Superiore Universitario di scienze psicopedagogiche e sociali Progetto Uomo e con l‘Agop, Associazione Genitori Oncologia Pediatrica, cui è dedicata la serata del 25 giugno. Da tre anni infatti Senza Caffeina raccoglie fondi per le Case a Colori, appartamenti che l’associazione destina ai familiari di bambini in cura al Policlinico Gemelli di Roma. L’appuntamento è alle 21:30 con la madrina della serata, Lorella Cuccarini, da anni testimonial Agop, a cui farà seguito lo spettacolo del mago StefanClod.
Quest’anno, inoltre, si è voluta arricchire la manifestazione con l’ingresso dei nonni dell’Auser, l’associazione per l’invecchiamento attivo e il dialogo tra generazioni, con l’iniziativa “Nonna, raccontami una storia!”: fiabe e aneddoti per ispirare disegni e lavori dei bambini. Altra importante collaborazione quella con l’Istituto Musicale “G. Carissimi” di Viterbo. Anche per Senza Caffeina ci sarà un biglietto di ingresso giornaliero, al costo simbolico di 2 euro. I bambini sotto i 5 anni non pagheranno.
Inoltre, si inaugurerà oggi anche lo spazio Slow food, mentre piazza del Gesù ospiterà il Jazzup con musica e vari incontri. Tra le novità da non perdere la Scuola Holden (piazza S. Carluccio), La Notte delle candele, con centinaia di candele che illumineranno il percorso verso piazza San Lorenzo e l’Università della Tuscia che realizza la prima edizione del Festival delle scienze (Teatro S. Leonardo). Altra chicca di quest’anno: tutte le serate saranno trasmesse in streaming sulla pagina Facebook di Caffeina. Infine, c’è da questa edizione Caffeina Polis curata dal giornalista Giovanni Masotti, che prevede una serie di incontri, presso la Sala Regia di Palazzo dei Priori, su temi di attualità geopolitica.
Per saperne di più, scaricare dal sito web Caffeina la app o leggere il ricco programma su www.caffeinacultura.it

Ti potrebbero interessare anche:

D'Ubaldo (Lista Marchini): un registro comunale di badanti con il "bollino blu" per gestir...
Vescovi contro l'Eur a luci rosse, "vergogna e ipocrisia"
TEATRO/ Maria Rosaria Omaggio in "Diatriba d'amore contro un uomo seduto"
TEATRO/ Prima a Bologna per il nuovo spettacolo di Dario Fo
'Striscia la notizia': 'Spari a Roma contro una nostra troupe'
SCOPERTO HOTEL ABUSIVO SPACCIATO SU WEB PER ALBERGO A 5 STELLE



wordpress stat