| categoria: politica, Senza categoria

IL PUNTO/ Forza Italia addio, il partito-azienda cambia abito e linea?

Gianni Letta e Fedele Confalonieri lo hanno convinto. Il cavaliere Silvio Berlusconi stringe i denti e forza in ogni modo possibile la sua riabilitazione post-operatoria, ma intanto torna alla politica. E il primo passo è una decisa sterzata. Torna il suo partito-azienda, guidato dai fedelissimi, quelli che troppe volte in passato non ha voluto ascoltare, mettendosi nei guai. Ma che fedeli appunto, sono al suo fianco nel momento di massima difficoltà. Si va dunque verso l’ennesimo soggetto politico, che avrà ancora l’Italia al centro e nel nome. Ma che sarà sicuramente “altro” da quel che è ora. E’ il momento del partito-Mediaset, quello dei figli di Silvio, di Gianni Letta. Via quelli (e quelle) del cerchio magico. Rimane solo l’avvocato Ghedini. L’obiettivo è mettere ordine tra le anime del centro destra, Salvini, la Meloni, le frange estreme sparse e sconclusionate. E probabilmente riaprire i canali di un dialogo con Matteo Renzi.Forza Italia, Berlusconi ascolta Confalonieri: dialogo con Renzi. Un altro Nazareno, una sorta di Nazareno-bis o mini-Nazareno per modificare la legge elettorale, proprio ora che i 5 Stelle (ai quali l’Italicum va benissimo) si oppongono ad ogni cambiamento? Berlusconi attraverso i suoi ambasciatori tratta con il Pd sulle riforme (vedremo cosa farà al referendum) e così accontenta il ‘partito di Mediaset’ di Confalonieri e Letta, ma allo stesso tempo spinge per il premio di maggioranza alla coalizione per poter tenere insieme il Centrodestra, considerando anche il fatto che Salvini ha chiuso al listone unico. C’è da scegliere un leader, una figura comunque rappresentativa per gestire il centro destra? Ci sono delle primarie da fare? Il Cavaliere sembra intenzionato a mettere in campo Giovanni Toti. Non avrà appeal, non entusiasma le folle, ma non ha sbracato come altri. C’è anche una fetta di centristi oggi a disagio con casacche di altro c olore. Lupi, in primis, ma non solo. Potrebbero essere utili per aprire la strada ad un discorso nuovo, utile al Cavaliere, al centro destra. E perché no, anche all’Italia

Ti potrebbero interessare anche:

Da Azuni a Battaglia, da Belviso a Tempesta, l’Aula del Campidoglio si tinge di rosa
Timing per il Colle, domani alle 15 il primo voto
FOCUS/ Il ddl scuola ancora al centro delle polemiche
Censis, cresce il bisogno di cure, 4 milioni di italiani saranno in cattiva salute nel 2030
Campidoglio sblocca iter per concorso vigili urbani
Niente accesso alla spiaggia per i disabili, condannato il comune di Sabaudia



wordpress stat