| categoria: sanità

Mancano i medici, interventi sospesi alla Neurochirurgia di Avezzano

front706562 “Nelle more dell’espletamento delle procedure di assunzione di 2 neurochirurghi a tempo indeterminato e in considerazione dei relativi tempi tecnici, al fine di razionalizzare le risorse disponibili e garantire nel contempo la massima sicurezza ai pazienti, è stata temporaneamente disposta la sospensione dell’attività chirurgica” del reparto di Neurochirurgia “all’ospedale di Avezzano, concentrando l’organico dei medici all’ospedale di L’Aquila”. Ad annunciarlo una nota del direttore generale della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, Rinaldo Tordera.“La carenza di personale medico di neurochirurgia, sia ad Avezzano sia all’Aquila, per un totale di 4 dirigenti medici, non permette di garantire il servizio H 24, con doppia reperibilità, contemporaneamente in entrambe le sedi, tenuto conto dell’obbligo di rispettare le recenti normative vigenti sugli orari di servizio per il personale dipendente della Asl”, spiega Tordera, evidenziando che la decisione di sospendere l’attività di Avezzano concentrando l’organico a L’Aquila è stata dunque assunta “al fine tutelare i degenti e garantire loro adeguata assistenza”.

“In questa fase transitoria – spiega il manager – sarà assicurata la disponibilità di un neurochirurgo a L’Aquila per qualsiasi problematica emergente relativa all’attività della Stroke unit, nell’ambito della neurologia dell’ospedale di Avezzano”.“La nostra azienda – prosegue Tordera – tende sempre, con tutti i mezzi a disposizione, ad assicurare la migliore assistenza possibile al paziente ma non può ovviamente prescindere dai vincoli di legge e dall’entità delle risorse, umane e finanziarie, disponibili” “Al fine di operare in piena sinergia con le istituzioni del territorio – conclude Tordera – ho sentito il sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio, che incontrerò già mercoledì prossimo per esaminare la situazione e valutarla insieme, in modo da trovare ogni eventuale, possibile margine per gestire al meglio questa fase transitoria, in attesa dell’arrivo di nuovo personale medico”.

Ti potrebbero interessare anche:

Tutti "promossi" i direttori generali di Asl e ospedali in Lombardia
GLI SPRECHI/ Oltre il 10% della spesa è in esami e visite superflue
Terapia del dolore, il modello della Asl aquilana vince su tutti
Farmaci che si somigliano troppo, 2000 casi in 5 anni
Occhio alle bevande light o Zero. Rischio di comportamenti compensatori
CROCE ROSSA: NUMERO VERDE PER RISPONDERE ALLE RICHIESTE DI AIUTO



wordpress stat