| categoria: sanità Lazio

Mix pubblico-privato, la Farmacia San Gallicano in gestione ai privati. E decollla

La storica Farmacia San Gallicano, di proprietà degli Istituti Fisioterapici Ospitalieri, viene concessa in gestione al fine di garantire un servizio globale e di eccellenza alla persona e di sperimentare un modello gestionale pubblico-privato innovativo. Fiore all’occhiello sarà il laboratorio galenico e la produzione galenica industriale con il Marchio Azienda Farmaceutica San Gallicano.

Ecco le novità per i cittadini: apertura h24 per 365 giorni entro il primo anno, consulenze e screening in collaborazione con gli specialisti del San Gallicano; preparazioni galeniche e spedizioni in tutta Italia grazie al servizio “San Gallicano Express”. Il tutto organizzato con sistemi modernissimi di gestione.

Riguardo i vantaggi per gli IFO: un canone annuo rialzato di oltre il 53% rispetto al canone minimo di concessione (parliamo di 200mila euro netti); ed in più l’1% aggiuntivo se la quota di fatturato eccede la soglia minima stabilita da contratto.

“Sono introiti – evidenzia Marta Branca, Commissario Straordinario degli IFO – che utilizzeremo per la ricerca, l’assistenza clinica e la formazione, i cardini della nostra mission. Inoltre sperimenteremo un modello gestionale completamente orientato a favore della salute delle persone e del miglioramento continuo dei servizi al cittadino.”

La gestione della farmacia per i prossimi 10 anni sarà dunque affidata all’esperienza della Farmacia Igea, nota per l’ampiezza dei servizi offerti e per aver rivoluzionato il sistema farmacia in Italia. “Molti i punti in comune – ha evidenziato la dott.ssa Maria Catena Ingria, responsabile della Farmacia Igea- San Gallicano – la centralità della persona; la consapevolezza ed il rispetto della tradizione nonché uno sguardo innovativo per un servizio sempre più efficiente e di qualità.”

Tra i vari servizi offerti: immediata risposta alle richieste di farmaci grazie al magazzino robotizzato ad alta capienza o consegna nell’arco di 2 ore; disponibilità di nuove linee di vendita per rispondere alle esigenze di tutte le età; varie apparecchiature per autoanalisi; strumenti diagnostici online e a domicilio; collegamento con ReCup Regione Lazio; informazione per la promozione della salute in collaborazione con IFO, ASL e altre realtà ospedaliere; giornate educative, di prevenzione e di screening con esperti professionisti.

Ha riassunto Aldo Morrone nella breve sintesi sulla storia del San Gallicano e dell’antica farmacia “si chiamava la “spezieria” e qui si preparavano gli speciali farmaci per i pazienti ricoverati al San Gallicano. E’ nel laboratorio galenico di questa farmacia che si sono create e tramandate antiche formule di prodotti : come l’emulsione del San Gallicano o la lozione tonica del Pediconi, le pillole purgative del Lancisi, le pomate e lozione antiseborroica del Ciarrocchi o quelle al Vioformio del Meineri, la mistura tricogenosa del Manassei rimedio contro la caduta dei capelli.”

Ti potrebbero interessare anche:

Pronto Soccorso nel caos, Zingaretti non ha una ricetta
CEM/Assotutela: "Ci auguriamo che Zingaretti stanzi i fondi dovuti per il rinnovo dei contratti...
Cto, addio all’unità spinale unipolare. Era l'unica in tutto il Lazio
Screening: cresce copertura. Rispetto al 2014 effettuati 45mila esami in più per il colon retto
Secure- blood”, il sistema di trasfusioni sicure messo a punto dalla Asl di Viterbo
Lazio. Regione riapre i bandi per i nuovi Dg di Asl e Ospedali



wordpress stat