| categoria: Senza categoria

Ostia, maxi blitz contro gli ambulanti abusivi e gli stabilimenti che vietano il libero transito

Vu cumprà sul litorale laziale al di là dei divieti, è invasione

Vu cumprà sul litorale laziale al di là dei divieti, è invasione

Ostia sotto osservazione, maxi blitz contro gli ambulanti abusivi e gli stabilimenti che vietano il libero transito, il nuovo Campidoglio prova a fare la faccia feroce: gli uomini del gruppo X mare e del gruppo Sicurezza Pubblica Emergenziale, del Corpo di Polizia Locale Roma Capitale, coordinati da Antonio Di Maggio, hanno effettuato un operazione di contrasto al fenomeno dell illegalitá, sul litorale romano. Circa 50 agenti, sono stati impiegati in spiaggia fin dal primo mattino. I caschi bianchi, dopo aver eseguito controlli anche in funzione antiborseggio sui mezzi di trasporto pubblico, hanno perlustrato le spiagge divisi in squadre tra agenti in divisa ed in borghese. Ad alcuni uomini, appostati sui terrazzo degli stabilimento balneari, il compito di osservare il litorale muniti di binocolo, per segnalare la presenza e la posizione dei venditori abusivi.
Oltre 42.000 i pezzi sequestrati, principalmente, costumi da bagno, gonfiabili, giocattoli acquatici, e merce alimentare tra cui birre per un peso complessivo di oltre 6 tonnellate. Tra I numerosi sequestri anche I “pasti etnici” che i cosiddetti “vivandieri”, distribuiscono alle centinaia di ambulanti abusivi, elemento questo che a parere degli agenti, avvalora l’ipotesi di come il fenomeno dell’ambulantato poggi su una capillare organizzazione che gestisce il traffico.

Nel corso dell’intervento ai vigili anche il compito di garantire il libero accesso al mare dei romani: numerose infatti le chiamate per I dinieghi di libero accesso da parte di alcuni stabilimenti. Anche in questo caso, la Polizia Locale ha provveduto alle necessarie contestazioni. Secondo quanto si apprende, sono oltre 20 le segnalazioni di cittadini a cui è stato impedito il libero transito in almeno 6 stabilimenti. In alcuni casi i bagnanti hanno riferito di essere stati invitati a dirigersi verso le spiagge libere. La Polizia locale X Mare ha provveduto alle necessarie contestazioni. Sono in corso indagini per verificare la possibilità di procedere con eventuali azioni penali.

Ti potrebbero interessare anche:

Cipro, sì ai prelievi forzosi sopra i centomila euro
Primarie Pd, sei candidati in cerca di investitura
Immigrazione, Bonino impotente: non c'e' soluzione miracolosa
Torna Bologna Jazz Festival, un mese di concerti e appuntamenti internazionali
Greenpeace, troppa plastica nel piatto, dai pesci ai frutti di mare
Deposito in fiamme tra i palazzi: paura sulla Togliatti



wordpress stat