| categoria: Roma e Lazio

Regione Lazio, assolto ex capo Gabinetto di Zingaretti

Turbativa d’asta. Ecco il capo d’imputazione per il quale Maurizio Venafro era stato rinviato a giudizio ed oggi assolto. Condannato invece a un anno e 4 mesi Mario Monge, dirigente della cooperativa Sol. Co.

Maurizio Venafro, ex capo gabinetto di Zingaretti

Maurizio Venafro, ex capo gabinetto di Zingaretti

Il Tribunale di Roma ha assolto con formula piena l’ex capo di Gabinetto della Regione Lazio Maurizio Venafro, accusato di turbativa d’asta in uno dei filoni del processo Mafia Capitale. Il Pm aveva chiesto per Venafro la condanna a due anni e 6 mesi ritenendolo, evidentemente, colpevole. Il giudice non ha ritenuto sufficienti le prove contro di lui. Condannato a un anno e quattro mesi di reclusione invece Mario Monge, dirigente della cooperativa Sol.Co.. I due sono finiti sotto processo in relazione all’affidamento della gara d’appalto per l’assegnazione del servizio Cup (Centro Unico Prenotazioni) della Regione nel 2014.

Ti potrebbero interessare anche:

Arriverà da Firenze il nuovo comandante (donna) dei vigili?
Fazzone nella Commissione Antimafia. Giudicherà il suo ex capo, Nicola Mancino
Mafia Capitale: Di Maio, "Noi pronti a governare Roma"
Rissa su ponte Sisto per "area dello spaccio", 4 arresti
Avances via sms alle alunne indagato prof del Tasso
DIETRO I FATTI/ Il sindaco Raggi e la succursale grillina di Livorno



wordpress stat