| categoria: esteri

Turchia, epurazioni massicce. Il vicesindaco di Istanbul ucciso da due killer

turchi_nudi-kF6D-U108013116788726uE-680x400@LaStampa_itDopo il tentato golpe e le conseguenti epurazioni ordinate da Erdogan, la situazione in Turchia resta tesissima. Come riferisce la Reuters, durante un interrogatorio, il capo dell’Aviazione turca, Akin Ozturk, ha confessato di essere la mente del golpe. Nel pomeriggio il vice sindaco del distretto Sisli di Istanbul è stato ucciso da una coppia di assalitori che gli hanno sparato alla testa. Secondo quanto si apprende l’aggressore era entrato nell’ufficio di Cemil Candas quando sono stati uditi degli spari. A governare il distretto è il Partito popolare repubblicano Chp, all’opposizione. Intanto non si ferma il repulisti di Erdogan . Le purghe delle autorità turche hanno colpito anche la polizia. Sono 7850 gli agenti costretti a riconsegnare arma d’ordinanza e distintivo per poi essere esonerati dal servizio nella nottata di ieri in Turchia, proprio mentre alcuni aerei dell’Aeronautica turca hanno compiuto dei voli di pattugliamento nei cieli di Ankara, Istanbul e Izmir per ordine del governo.
In totale, i dipendenti del ministero dell’Interno sollevati dai loro incarichi sono quasi 9 mila di cui 7.850 poliziotti, 614 gendarmi, 30 prefetti e 47 governatori di distretti provinciali. In manette sono finiti anche 103 tra generali e ammiragli (un terzo del totale). Poi c’è il personale legato alla magistratura e infine circa 1.500 dipendenti del ministero della Finanze che sono stati sollevati dai loro incarichi.
Le autorità turche hanno inoltre introdotto una nuova regolamentazione che vieta l’espatrio ai dipendenti pubblici, con alcune eccezioni per alcuni passaporti speciali, che necessiteranno comunque della previa approvazione dell’istituzione presso cui si lavora. Il provvedimento riguarderebbe quasi il 5% della popolazione turca.
Intanto è stato aggiornato il bilancio dei morti dopo la notte di venerdì: sono 312. I feriti, invece, sono quasi 1500. La cifra è stata aggiornata dal premier Binali Yildirim, secondo cui le vittime sono 145 civili, 60 poliziotti e 3 soldati. A queste, vanno aggiunti almeno 104 morti confermati in precedenza tra i militari golpisti.
Dopo l’ondata di arresti, la diplomazia occidentale ha espresso preoccupazione. «E’ necessario che la Turchia rispetti la democrazia, i diritti umani e le libertà fondamentali», ha dichiarato l’alta rappresentante per la Politica estera dell’Unione europea, Federica Mogherini, a Bruxelles.

«La reazione della Turchia non può essere di vendetta ma gli arresti dei giudici sanno di epurazione», ha invece commentato Paolo Gentiloni sottolineando, dopo la colazione dei 28 ministri degli esteri Ue con John Kerry, che nella Ue c’è una posizione «assolutamente condivisa» di sostegno alle istituzioni democratiche contro il tentativo di golpe in Turchia ma anche di richiesta di moderazione. Il ventilato ripristino della pena di morte, però, «sarebbe uno dei simboli di quello che l’Europa non può accettare».
Una foto pubblicata ieri dal Mirror e un’altra diffusa dalla Cnn hanno scatenato le preoccupazioni per il trattamento riservato alle migliaia di soldati e oppositori del governo turco arrestati dopo il fallito golpe. Nella prima immagine si vedono decine di soldati turchi legati, a torso nudo e sdraiati, ammassati in una palestra in cui è stato allestito un tribunale a Bakirkoy, nella parte europea di Istanbul.
La circolazione delle immagini sta scatenando reazioni indignate. Amnesty International Italia ha lanciato un appello affinché i governi chiedano al presidente Erdogan di fermare queste rappresaglie. «Stiamo verificando che queste foto siano reali, siano delle prove, ma in ogni caso le numerose testimonianze di arresti e di uccisioni sommarie ci mostrano una situazione che sembra riportarci ai giorni successivi di golpe riusciti negli anni Sessanta, Settanta e Ottanta. Ma la situazione è paradossale, perché questa volta il golpe è fallito» ha spiegato il portavoce di Amnesty Italia, Riccardo Nuri.

Ti potrebbero interessare anche:

Corte Suprema Usa, i geni umani non possono essere brevettati
EGITTO/ Il personaggio: Sisi, il leone verso la presidenza
Nigeria, tre bambini imbottiti di esplosivo, è strage
TERRORISMO/ Tre covi in Belgio per preparare attacchi
Bruxelles, uno dei terroristi di Zaventem lavorò al Parlamento europeo
Messico: cade aereo, 85 feriti ma nessun morto



wordpress stat