| categoria: economia

Gli Agnelli lasciano l’Italia: Exor emigra in Olanda

172002452-1e015d33-078a-4d17-9b63-aef6f9aeaa5bExor lascia l’Italia. E nel farlo annuncia che tra i prossimi azionisti dovrebbero arrivare, tra gli altri, Bill Gates e Jacob Rothschild che avrebbero garantito un ingresso nel capitale rilevando le quote che proverranno dall’esercizio del diritto di recesso da parte degli azionisti contrari al trasloco. Exor pagherà 31 euro (ieri il titolo ha chiuso a 33 per ogni azione restituita).

La finanziaria degli Agnelli emigra dunque in Olanda, seguendo quanto avevano già fatto le sue controllate. Tecnicamente l’operazione diventerà efficace entro la fine del 2016 e consisterà in una fusione transfrontraliera con la Exor Holding N.V. interamente controllata dalla stessa società degli Agnelli. L’assemblea straordinaria degli azionisti per approvare l’operazione è in calendario il 3 settembre prossimo.

La motivazione del Lingotto è che con questa scelta si armonizzano le leggi che regolano il gruppo uniformando la holding alle partecipate. A differenza della Fca e della Cnhi, che hanno la sede legale ad Amsterdam e quella fiscale a Londra, Exor porterà anche la sede fiscale in Olanda. A suo tempo il Lingotto aveva giustificato il trasferimento della sede legale ad Amsterdam con il fatto che la legge olandese consente di introdurre il sistema del voto doppio che dà ai soci storici delle società la possibilità di aumentare del 100 per cento il peso delle loro azioni in assemblea. In questo modo è necessaria una quota minore per aver garantito comunque il controllo della società.

Dal punto di vista fiscale, il trasferimento in Olanda garantisce comunque di azzerare la tassazione sulle plusvalenze, che in Italia sono invece tassate sul 5 per cento. Un guadagno notevole per una holding che della plusvalenza fa il suo core business e che sposta capitali di notevoli dimensioni.

Al termine dell’operazione annunciata oggi tutte le società del gruppo del Lingotto avranno sede all’estero.

Lasceranno Torino anche l’accomandita che consente agli Agnelli di controllare Exor, la Giovanni Agnelli Sas e, all’interno di questa, la società semplice Dicembre che consente agli eredi diretti di Giovanni Agnelli di controllare l’accomandita.

Ti potrebbero interessare anche:

Unipolsai, antitrust avvia procedimento di inottemperanza
Electrolux compra divisione elettrodomestici di General Electric
CASO FERRARI/ Marchionne a Maranello.Da Montezemolo?
Draghi sotto tiro alla Bce non molla, da gennaio massiccio acquisto di titoli di Stato
PREZZI/ Caffè più caro a Torino, record del cappuccino a Palermo
Statali: cambiano le visite fiscali, con l'Inps controlli mirati



wordpress stat