| categoria: Dall'interno, Senza categoria

Puglia estate 2016: alga tossica anche in Salento

Puglia, estate 2016: emergenza alga tossica nel litorale barese e per la prima volta l’Osteopsis ovata arriva anche nel Salento. Questa è la notizia riportata nel bollettino dell’Arpa, l’Agenzia regionale per l’ambiente. Bollino rosso dunque per la fascia costiera pugliese che va da Bisceglie a San Giorgio, tuttavia al momento restano esclusi dall’emergenza il Gargano e il Tarantino, che registrano ancora valori modesti.A disposizione dei vacanzieri che hanno scelto come meta estiva la regione Puglia, sul sito dell’Agenzia regionale la mappa interattiva dei luoghi contaminati dall’alga tossica.
L’alga tossica, o scientificamente nota come Ostreopsis Ovata, è un’alga di dimensioni microscopiche di origine tropicale, che da alcuni anni ha colonizzato numerose aree costiere della nostra penisola. Durante una fioritura le alghe proliferano fino a raggiungere concentrazioni elevatissime e a conferire all’acqua una colorazione diversa (rosa, rossa, verde, brunastra). Tale evento solitamente passa inosservato, ma in alcuni casi può provocare disagio e fastidio alle persone che sono venute a contatto diretto o indiretto con acque interessate dalla fioritura. Pertanto durante e dopo il fenomeno della fioritura algale si possono verificare dei malesseri sia nei bagnanti che nelle persone che sostano sulla spiaggia o nelle zone circostanti.
l’azione irritativa della tossina prodotta dall’alga può avvenire per contatto diretto con l’acqua di mare ma, nella maggior parte dei casi, si realizza attraverso l’inalazione di un aerosol marino che si forma in presenza di forte vento e mareggiate che seguono periodi di calma.
i sintomi si presentano dopo 2 – 6 ore dall’esposizione e regrediscono, di norma, dopo 24 – 48 ore senza ulteriori complicazioni. I sintomi più frequenti sono: febbre, faringite, tosse, difficoltà respiratoria, cefalea, raffreddore, lacrimazione, dermatite, nausea e vomito. Tali sintomi sono solitamente transitori e generalmente non richiedono alcun tipo di trattamento.

Ti potrebbero interessare anche:

Giornalisti, allarme prepensionamenti. Le casse dell'Inpg sono vuote
Ugl denuncia, al San Raffaele continue minacce ai nostri sindacalisti
Il Comitato Isola del Gran sasso contro la chiusura della postazione del 118
Vatileaks, il processo entra nel vivo. Lunedì interrogato Vallejo
RIGOPIANO/ Legale delle vittime, rischio prescrizione in agguato
Coronavirus a Milano: parchi chiusi. Ospedale di Baggio: infermiere contagiato



wordpress stat