| categoria: Dall'interno, Senza categoria

Caporalato: immigrati in stalle, 49 denunce

Erano costretti a vivere in condizioni disumane, alloggiati in stalle e porcili adibiti a dormitori e in condizioni igienico-sanitarie degradanti. E’ la sorte imposta a 19 immigrati irregolari da un ‘caporale’ che li aveva ‘assunti’ per farli lavorare nelle aziende agricole della piana di Sibari. A portare alla luce la vicenda sono stati i finanzieri della Tenenza di Montegiordano che, al termine di una indagine coordinata dalla Procura di Castrovillari hanno denunciato il caporale, 29 imprenditori agricoli e 19 immigrati per intermediazione illecita e sfruttamento di lavoro. Le indagini, iniziate in seguito al controllo dei transiti sulla statale ionica, hanno permesso di identificare un pakistano, M.B., ritenuto un vero e proprio punto di riferimento, nella Piana di Sibari per quegli imprenditori agricoli che cercano manodopera illegale ed a basso costo

Ti potrebbero interessare anche:

Maltrattava la moglie, allontanato da casa il figlio di Renato Zero
Concordia, cinque indagati nel cda della Costa
AMA/ Fortini, più impegno per pulizia e decoro
Mihajovic, con Garcia una sfida tra pistoleri
Arrivano 37 nuovi infermieri (a tempo determinato) per la Asl di Latina
ANTIABUSIVISMO/ Sequestrati a Ostia trentamila pezzi e distrutte tre tonnellate di merce alimentare



wordpress stat