| categoria: turismo

Estate low cost sulla Costa dei Trabocchi

29cf2fd35f79180596541f18cbd35de0Fino al 18 settembre chi decide di andare in vacanza sulla costa abruzzese dei Trabocchi e sceglie per almeno due settimane le strutture alberghiere convenzionate, consultabili sul sito www.iltrenodeitrabocchi.it, viaggia gratis; se il soggiorno è più breve si paga solo metà biglietto ferroviario. E’ la promozione di Trenitalia con la costa più famosa d’Abruzzo, il litorale adriatico che parte da Francavilla al Mare e arriva a San Salvo, in provincia di Chieti, caratterizzata da esili e alte strutture in legno con funi e tiranti, simili a grandi ragni, collegati alla spiaggia da piccoli camminamenti.

Sono i celebri “trabocchi”, strane macchine da pesca costruite nel XVII secolo da immigrati ebrei sefarditi che si stabilirono lungo questo tratto selvaggio di costa e che, incapaci di navigare, elaborarono raffinati sistemi di pesca dalla scogliera senza l’utilizzo di barche. I trabocchi misuravano anche 18 metri perché dovevano sorreggere grandi reti a bilancia da ritirare con pesci d’ogni tipo, che venivano poi barattati con i prodotti della terra. Oggi ne restano pochissimi, tutti ben conservati, a testimonianza di un passato florido, a guardare il mare con le alte reti e gli interni pieni di cimeli e di ricordi e, in alcuni casi, con tavolini dove poter mangiare il pesce, fritto o in brodetto, accompagnato dagli ottimi vini locali.

E’ un tratto di Adriatico bello e profumato, da scoprire con tranquillità, fermandosi a osservare i giganti di legno sulla risacca e attraversando vivaci località marinare, da Francavilla al Mare a Ortona lungo una striscia di sabbia dorata, dove si alternano spiagge libere a una serie di stabilimenti attrezzati. Alle spalle il paesaggio regala scorci bellissimi, come i promontori di Torre Mucchia, Punta Ferruccio, Punta Lunga e Ripari di Giobbe. La costa prosegue fino a San Vito Chietino, il celebre paese delle ginestre dove il poeta Gabriele D’Annunzio scrisse le più belle pagine del racconto Trionfo della Morte nel silenzio del suo rifugio. E’ qui, tra l’altro, che si trova il famoso trabocco Punta Cavalluccio, che risale al 1873. La strada che costeggia il mare arriva a Fossacesia Marina, borgo dominato dalla spettacolare abbazia di san Giovanni in Venere e dal trabocco Pesce Palombo dove si cena in un’atmosfera davvero unica. Superate le belle spiagge di Casalbordino, Villa Alfonsina e Punta Penna si arriva alla riserva naturale di Punta d’Erce fino a Vasto, cittadina costiera dominata da un castello medievale, e a San Salvo con la sua grande spiaggia, in alcuni tratti selvaggia e incontaminata.

Ti potrebbero interessare anche:

Carnevale di Venezia, folla di turisti per il Volo dell'Angelo
Treno+bici per visitare il parco, presentato progetto ad Ostuni
Tre mostre nel week end da Michelangelo a Xing Danwen
Cortina, tutto pronto per stagione sci. Aprono Faloria e Cinque Torri
Comacchio e la sua valle, tra cibo, canti, balli e racconti
Dal Satiro ai Malavoglia, in Sicilia alla scoperta dei borghi marinari



wordpress stat