| categoria: turismo

EFFETTO CORTINA/ Dalla conca ampezzana un’offerta di charme

untitled La perla delle Dolomiti, grazie al panorama mozzafiato e alle mille opportunità si conferma un evergreen, regge sia pure con qualche affanno alla crisi. Del resto se il turismo ha fatto il pieno, in queste settimane, significa che milioni di italiani possono ancora permettersi una vacanza. Poi diventa una questione di scelta. Siamo sicuri che in certe località alla fine si risparmi davvero? Nell’appiattimento generale, estate e inverno, vince la qualità. Che, a parità di prezzo, non si trova ovunque . E non è questione del numero di stelle. A Cortina, ad esempio, in fondo a Corso Italia c’è una eccellenza alberghiera che non tradisce mai. Ne parliano con il direttore, Daniele Pilla

Di Giovanni Tagliapietra
Sul palcoscenico del turismo internazionale Cortina e la sua splendida cornice nella conca ampezzana rappresentano un must, un punto fermo che va al di là delle crisi e delle mode. Ci sono stati evoluzioni e cambiamenti, è ovvio, ma senza scadere nell’enfasi retorica va detto che il brand si conferma al di là delle dimensioni spazio temporali. Soggiornarci è sempre gradevole, frequentarla da turista è esperienza da fare e da metabolizzare. Avere un ruolo attivo, di guida e di gestione nel settore dell’elite alberghiera ampezzana è sicuramente impegnativo e richiede una visione manageriale e strategica importante. E’ il caso di Daniele Pillla, general manager dal giugno 2015 dell’Hotel Bellevue, uno dei più antichi e prestigiosi di Cortina, di proprietà di Sorgente Group, gruppo finanziario immobiliare leader a livello internazionale nella istituzione e gestione di fondi immobiliari, e gestito direttamente in partnership con Sina Hotels. Lo score di Pilla è notevole, dalle prime esperienze con lo storico gruppo della Ciga (Excelsior di Venezia, Principe di Savoia di Milano, etc) fino alla direzione dell’Exedra di Roma, del Grand Hotel dei Dogi di Venezia; quindi l’esperienza quinquennale di management presso la società commerciale dell’Associazione degli albergatori veneziani e infine la sfida cortinese del Bellevue. Facciamo con lui il punto sulla realtà della perla dell’Ampezzano. Presente e futura.

E’ una strana stagione, quattro milioni e mezzo di italiani sono in stato di povertà, il paese è stanco e malato, l’economia non tira eppure in questi giorni non c’è un posto libero negli hotel a quattro-cinque stelle. Dovunque, a nord e a Sud, in Sardegna, in Puglia, sulla costa tirrenica. C’è una fascia medio-alta di utenti che può permettersi tutto, evidentemente. Cortina è un punto di osservazione privilegiato da questo punto di vista. Cosa ne pensa?

La crisi si è sentita e si continuerà a sentire ancora per qualche tempo ma la domanda riflette la situazione attuale. E’ tornato un minimo di ottimismo e gli hotels ne stanno traendo giovamento. A Cortina la situazione è certamente migliorata e dal mio punto di osservazione che è il Bellevue rilevo una buona crescita che mi fa vedere il futuro con ottimismo.

A fronte della domanda e della offerta c’è un panorama alberghiero che a un certo livello grida vendetta. Chi sceglie una vacanza confortevole deve stare come e meglio che a casa propria, altrimenti il gioco non vale la candela. L’impressione è che le strutture mediamente siano obsolete, con poco confort e scarso appeal. Per di più si mangia anche male. Il suo giudizio?

Cerco sempre di evitare di guardare in casa d’altri, posso parlare per il Bellevue Suites & SPA di Cortina d’Ampezzo e posso dirmi sereno. Siamo un bellissimo 4 stelle su Corso Italia ed offriamo servizi di qualità superiore. Abbiamo 66 camere, tutte di ampie dimensioni e circa l’80% supera abbondantemente i 50mq. Offriamo il ripasso serale della camera, biancheria di alta qualità, una colazione nella quale trova di tutto e i dolci sono fatti dal nostro pasticcere. Quest’anno abbiamo voluto superarci e ci abbiamo messo perfino il prosecco DOCG. Pensavo fosse una cortesia verso i clienti stranieri ma ho visto che pure gli italiani apprezzano. Il ristorante Stella Polare poi ha una cucina di assoluta qualità ed un servizio adeguato alla categoria; anche qui produciamo tutto in casa, pane compreso e facciamo pure la pizza. E se il tempo è buono si può pure mangiare sulla terrazza affacciata sul corso con una vista impareggiabile sulle nostre Dolomiti. In tutto questo riusciamo a mantenere un prezzo assolutamente concorrenziale. Magari la cosa difficile è convincere i clienti che possono mangiare in modo eccellente spendendo il giusto.

Cortina. Nobile decaduta o nuova stella del turismo? Usato sicuro? Perché si dovrebbero scegliere vacanze ampezzane piuttosto che cercare sollievo altrove?

Perchè come dicevo prima ci sono servizi di alta qualità come non si trovano in altre località; noi ci sentiamo molto forti grazie al conforto dei risultati ma l’Hotel Bellevue Suites & SPA non è l’unica eccellenza qui a Cortina. E poi sfido chiunque a trovare un luogo migliore. Venire qui vuol dire rilassare la mente e appagare gli occhi con quello che probabilmente è il panorama più bello al mondo.

Estate o inverno. Quanto cambia per Cortina?

Cambia senza dubbio il tipo di clientela e di conseguenza l’approccio. Noi però abbiamo voluto fare qualcosa di nuovo. Grazie ad un accordo con gli amici di Mover possiamo offrire anche servizi extra alberghieri di altissima qualità, guidati da un obiettivo comune. Far divertire i nostri clienti, a prescindere dalla stagione, con proposte innovative ed uniche sulla piazza cortinese.
Innanzitutto con lo sci, che rimane il cavallo di battaglia per questa località. Allora perchè non fare una lezione con Kristian Ghedina che alle sue perle di tecnica sciistica unisce una gran simpatia ed umanità? Si propone un’amicizia invece che un’ora di sci.

E poi l’esperienza della E-Bike che rende le nostre montagne e rifugi alpini raggiungibili con poca fatica ad un ampissimo target di clientela. Con esperte guide, in totale sicurezza si possono fare tour dove in poche ore ci si sente dei biker esperti. Si portano a casa stupendi ricordi carichi di emotività anche perché spesso vissuti in squadra . Una dimensione che lo sport ti permette di riscoprire

Comunque sia in estate che in inverno, ci piace proporre ai nostri ospiti emozioni sportive a 360° e poi customizzare l’attività sulle loro capacità tecniche ed aspirazioni . Dal Nordic Walking al rock climbing in estate, dallo sci da fondo all’HelySki in inverno. Con la E-Bike trasversale tutto l’anno. Un range di proposte in grado di soddisfare ogni palato sportivo che abbia voglia di vivere l’outdoor nella ns meravigliosa conca ampezzana.


Quanto costa Cortina rispetto ad altre località?

Cortina d’Ampezzo è una località esclusiva, ovvio che costi di più. Quanto di più non credo sia importante, è importante quello che si offre all’ospite. Noi al Bellevue crediamo di dare il meglio ai nostri ospiti e al giusto prezzo. Vediamo che le critiche sono tutte molto positive. Vista in questo modo potrei dirle che Cortina non costa più delle altre località.

La sensazione che Cortina si sia lasciata andare contando sul vecchio blasone è fondata? Vive ancora di rendita? Pochi servizi e a tirar via, si punta su alcune scelte di facile guadagno senza innovare, senza cercare una clientela scelta e colta che potrebbe riempire l’ampezzano anche fuori stagione? Le guide sono stanche e portano solo in giro i bambini, estate e inverno, non c’è più la piscina, etc

Bella domanda! Sono qui da troppo poco tempo per poter dare un giudizio però posso parlare per quello che riguarda noi qui al Bellevue Suites & SPA. Credo che il nostro hotel sia agli antipodi rispetto a questa affermazione. Certo dobbiamo fare ancora molto, specie sulle stagionalità che sono ancora molto brevi, ma questa è la nostra prossima missione.

Infrastrutture. Cortina è e resta ancora isolata, basta una frana per metterla fuori uso, una nevicata per creare emergenza. Non c’è il treno, la strada può essere impegnativa per larghi tratti,.la vicenda dell’aeroporto non è chiara a nessuno

Siamo in montagna e spesso la natura ce lo ricorda ma si sono fatti passi avanti. Quest’anno la tanto temuta frana quasi non si è fatta sentire nonostante la pioggia ci abbia fatto compagnia quasi tutti i giorni. Per la strada ci aspettiamo molto grazie ai mondiali del 2021 che dovrebbero portare miglioramenti alle infrastrutture. A quel punto il treno potrebbe non costituire una priorità mentre l’aeroporto si deve fare. Di fatto c’è già, non essendo mai stato effettivamente dismesso quello attualmente esistente, quindi la messa a punto del nuovo sedime non porterebbe neppure a grandi sconvolgimenti naturalistici. Pensi che per andare a Roma in auto ci vogliono oltre 650km di strada asfaltata. Per andarci in aereo bastano 2.5 km di pista. Mi pare una ragione sufficiente già così. Ma scherzi a parte credo che se vogliamo elevare questa località al rango che merita sia davvero necessario dotarla di infrastrutture moderne e di altissima qualità.

LA SCHEDA/ L’Hotel Bellevue
L’Hotel Bellevue Suites & SPA di Cortina d’Ampezzo, storico albergo 4 stelle, edificato nel 1894 e situato nella centralissima Corso Italia, è dotato di ogni comfort tra cui una Spa, una palestra dotata di macchinari all’avanguardia firmati Technogym e un ampio garage.
I due ristoranti, Stella Polare e Bellevue, propongono una cucina legata alla tradizione veneta reinterpretata in modo creativo dallo chef Claudio Sfiller, mentre l’ampia terrazza è un’oasi immersa nello scenario naturalistico delle Dolomiti.Per il soggiorno gli ospiti possono scegliere tra le 20 camere Classic e Deluxe, o gli ampi ed attrezzati suite apartment, 46 in tutto tra Comfort, Superior e Deluxe, che dispongono da una a tre camere da letto, balcone o terrazza con splendidi affacci panoramici, zona salotto separata e angolo cottura su richiesta. I locali sono tutti ispirati alla tradizione ampezzana, rifiniti da caldi parquet d’epoca e preziose boiserie, interamente foderati con legno di abete o cirmolo, decorati da colonne con cornici intagliate e capitelli. Tutte le stanze sono fornite di TV LCD e Wi-Fi alta velocità. L’albergo è pet-friendly.

Ti potrebbero interessare anche:

Cortina d'Ampezzo, prima neve. Lo snow party ha funzionato
I 10 mulini a vento più belli d’Europa
È primavera, scopriamo Rocca Calascio
Terme aperte in Emilia-Romagna, arriva la Notte Celeste
Da Castalla a Vernazza, vacanze splendide lontani dagli hashtag
Sci e vacanze invernali: a Cortina d’Ampezzo c'è perfino l'asilo sulla neve delle Tofane



wordpress stat