| categoria: Dall'interno

Frosinone, afgano trovato legato sotto un camion sulla A1

Agganciato con delle cinghie sotto un camion, ha percorso 400 Km sull’A1 ed è stato infine salvato dalla polizia stradale. È l’incredibile vicenda che ha visto per protagonista un ragazzo straniero, che è stato ritrovato stremato ieri pomeriggio dai soccorritori. L’allarme è scattato grazie a diverse telefonate giunte alla sala operativa della Polizia Stradale di Frosinone, che segnalavano la probabile presenza di una persona sotto un tir che stava percorrendo l’A1 in direzione nord.

La pattuglia della Polstrada di Frosinone, nonostante l’intenso traffico legato al controesodo dei vacanzieri, è riuscita a fermare il camion al km 617, all’altezza di Ferentino. Durante le verifiche, sotto l’automezzo, agganciato con cinghie, è stato trovato il giovane straniero, che è stato subito liberato e accompagnato presso l’Ospedale di Frosinone e affidato alle cure dei sanitari. I poliziotti hanno proceduto all’ispezione del mezzo.

L’uomo non aveva alcun documento ma solamente un foglio rilasciato da un campo profughi greco dove veniva riportata la nazionalità afgana e l’età di 16 anni. Trasportato in ospedale a Frosinone, da un esame l’uomo è risultato essere in buone condizioni fisiche, ma dai rilievi antropometrici è risultato essere di età certamente superiore ai 19 anni, per questo troverà posto presso un Cie (centro Identificazione ed Espulsione) oppure gli verrà notificato un decreto di espulsione dato che risulta essere immigrato clandestino.

Un altro ragazzo – afghano, di 18 anni – è stato invece scoperto a Terni sempre nascosto sotto il rimorchio di un autoarticolato proveniente dalla Grecia e diretto a Civitavecchia, tentava di raggiungere la Francia. Il diciottenne, che è in buone condizioni di salute, ha cercato di fuggire, ma è stato bloccato dalla squadra volante e accompagnato in questura. Secondo quanto riferito, il ragazzo, di Kabul, è stato scoperto la notte scorsa in un’area di servizio lungo il raccordo Terni-Orte, quando l’autista del camion – ignaro della sua presenza – ha deciso di fare una sosta. Un passante si è accorto allora del diciottenne, sdraiato in prossimità del paraurti posteriore. In base a quanto si è appreso, il giovane afghano aveva intenzione di imbarcarsi per raggiungere la Francia via mare. L’ufficio Immigrazione provvederà ora ad accompagnarlo in un Centro di accoglienza per cittadini extracomunitari richiedenti asilo politico. Il diciottenne era riuscito a nascondersi, sdraiato e apparentemente senza legarsi, in una fessura tra il paraurti posteriore e la scocca del rimorchio dell’autoarticolato. In base a quanto appreso successivamente, ad accorgersi di lui, durante una sosta in un’area di servizio, è stata la vigilanza privata che seguiva il camion, adibito al trasporto di prodotti di valore. Il mezzo, partito dalla Grecia, era sbarcato ad Ancona ed era diretto a Civitavecchia. Per questo la polizia ipotizza che il ragazzo, di corporatura piuttosto minuta, abbia viaggiato nascosto sotto il rimorchio per circa 200 chilometri, la distanza che separa il capoluogo marchigiano da Terni. Vistosi scoperto, ha quindi tentato di fuggire in direzione del quartiere cittadino di Borgo Rivo, ma è stato bloccato da una pattuglia della squadra volante, diretta dal vice questore aggiunto Giuseppe Taschetti, nel frattempo chiamata dai vigilantes. Dopo essere stato fotosegnalato, la sua posizione sarà ora al vaglio della Commissione di accoglienza per cittadini extracomunitari alla quale ha avanzato richiesta di asilo politico.

Ti potrebbero interessare anche:

Il Papa a Torino, la visita durerà 34 ore, città blindata
Acerra, si schianta contro tir: morte la moglie e la mamma. Gravi le due figlie adolescenti
Si avvicina referendum trivelle, il 17/4
Via al processo. Chiesti i domiciliari per Cusani
San Severo, marito e moglie uccisi nel loro negozio: il figlio 16enne assassinò un coetaneo
RICERCA: 'MANCANO LE NAVÌ, L'ALLARME DEI GEOLOGI MARINIIN CONVEGNO AL CNR



wordpress stat