| categoria: In breve, Senza categoria

MOSTRA DI VENEZIA/ Sul “buco” nasce una sala da 446 posti

Un ‘cubò rosso, codice colori 3020, copre il grande ‘bucò della vergogna a fianco del Palazzo del Casinò, motivo di tante polemiche, e la Mostra del Cinema del Lido di Venezia, a due giorni dall’apertura, schiera una sala da 446 posti, tecnologicamente all’avanguardia, che porta a 5.832 l’offerta posti disponibili, tra Palazzo del Cinema, Palazzo del Casinò e PalaBiennale. «È un bel giorno sospirato da tempo» dice il presidente della Biennale Paolo Baratta, con accanto il sindaco Luigi Brugnaro, mentre il ‘cantierè della Mostra è in pieno fermento per giungere all’appuntamento della cerimonia inaugurale del 31 sera con l’abito ‘stiratò. Prevista, al momento, la presenza del ministro per i beni culturali Dario Franceschini, mentre la tragedia del terremoto che ha sconvolto il centro Italia ha determinato l’annullamento della visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Ad aprire la programmazione della nuova sala, che da il via a una nuova sezione della rassegna, la proiezione del film di Gabriele Muccino ‘Baciami ancora«; un titolo, ha fatto ben capire Baratta, perfettamente in linea con la visione di una mostra che non vuole parlare solo agli addetti ai lavori ma intende anche coniugare la qualità al sentire del grande pubblico, dando spazio al cinema italiano: »siamo un grande festival – ha detto – che sa dialogare con il pubblico, offrendo vari generi e incontri con i registi e attori« Baratta e Brugnaro hanno evidenziato la grande sintonia tra Biennale e amministrazione comunale per dare soluzione al problema ‘bucò, quello spazio dove avrebbe dovuto sorgere il nuovo palazzo del Cinema ma che in fase di scavo si è rivelato una discarica, anche di amianto. Per dare un’immagine di come si sia arrivati alla ‘soluzionè, il presidente della Biennale ha detto che il sindaco »ha messo il pugno sul tavolo che deve muovere la terra. Le risorse sono arrivate e il ‘bucò è coperto«. Brugnaro ha parlato della Biennale come »una eccellenza della città. È tra le nostre priorità«. Ogni anno, per la Mostra del Cinema, sul ‘bucò, definitivamente coperto dal Comune, ci sarà la struttura provvisoria della »Sala Giardino« – costo iniziale oltre 500 mila euro, ma di cui un terzo per impianti che saranno permanenti – mentre l’amministrazione locale sta lavorando a un progetto generale – di cui si vedono già i primi atti, con il giardino che affianca il ‘cubò – per la riqualificazione dell’intera area del Lido. Tra i lavori previsti, come ha spiegato il sindaco, interventi all’interno ed esterno del Palazzo del Casinò o la ‘promenadè che va dal Del Bains all’Excelsior, in accordo con la nuova proprietà dei due hotel di lusso o il rilancio dell’aeroporto ‘Nicellì lungo un asse che guarda agli scali di Asiago e Cortina.

Ti potrebbero interessare anche:

Svizzera: si scontrano due treni, 35 feriti, alcuni gravi
TV/ Simona Ventura lancia Agon Channel, ospite Nicole Kidman
Cioccolato pericoloso per i cani, colpa di una molecola
India, diventa mamma a 70 anni, è record del mondo
D'URSO A CAV CHE SFORA, MI FARAI PAGARE MULTA.LUI,LA PAGO IO
Turismo, Pasqua d'oro per Roma. Ma che razza di città offriamo?



wordpress stat