| categoria: In breve, Senza categoria

OSTIA, DANZATERAPIA SULLE DUNE LA NUOVA MODA ANTI STRESS DA RIENTRO

Sindrome da rientro? Stress post-vacanza? A Ostia la cura è la «danza sensibile» sulle dune di Capocotta e Castelporziano. Sembra essere questa la nuova tendenza dell’estate che combina movimenti eleganti e sinuosi all’equilibrio della mente. L’idea nata da un gruppo di ballerini professionisti ha contagiato ben presto i bagnanti settembrini di questi ultimi giorni di mare. L’appuntamento è al tramonto sulla sterminata e selvaggia oasi naturale delle spiagge libere di Roma che al calar del sole, quando sdraio e ombrelloni si richiudono, sono pronte a ospitare questa sorta di danza-terapia. La prima fatica è quella di liberarsi di scarpe e calze, a piedi nudi si balla sulla sabbia, quasi un rito propiziatorio per cacciar via gli affanni di una giornata di lavoro. Addosso, abiti bianchi o dai colori naturali come se il corpo intero, allungandosi e stiracchiandosi, diventi un tutt’uno con il paesaggio che con le sfumature del crepuscolo diventa mozzafiato. Si va avanti per qualche minuto. Le note si liberano nell’aria, iniziando così a riscoprire l’infinita gamma di movimenti che il corpo consente. Si cammina, si saltella, si segue la musica delle onde, assecondando le immagini evocate dall’insegnante: un pesce, un’onda, una palla, le gocce di pioggia. «Poiché il territorio offre molte risorse, ho così pensato di sfruttarle – racconta Federica Testa della scuola di formazione “La Danza” di Ostia- al mare in estate, in pineta durante l’autunno. Quando danzo il corpo inizia a respirare i movimenti fanno stare bene perché ci rendono felici, dopo una giornata di lavoro si torna a casa ma più rilassati». Con meno stress e molta serenità in più.

Ti potrebbero interessare anche:

SCHEDA/ Pedofilia, il nuovo corso senza sconti di Bergoglio
CALCIO/ Casillas addio e lacrime, altra bandiera ammainata
Piacenza: dieci intossicati in un liceo. La scuola evacuata
SNOWBOARD/ L'azzurra Moioli vince la coppa del mondo
Fiumicino: riapre Portus nei week end
Adotta uno speck, la specialità Trentino attrae mezzo mondo



wordpress stat