| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

CAMPIDOGLIO/ Il “caso Raineri” presto al veglio del Pm, faro Anac sulle nomine

L’Anac dopo il ‘pronunciamentò sulla nomina di Carla Raineri a capo di gabinetto del sindaco, vaglierà altre nomine del Campidoglio. Mentre la procura di Roma aprirà la settimana prossima il fascicolo sul «caso Raineri» e su quello della nomina di Salvatore Romeo, a capo della segreteria della sindaca Virginia Raggi. Lo tsunami che ha travolto il Campidoglio, con le dimissioni di Raineri e dell’ormai ex assessore al Bilancio Marcello Minenna, ha due risvolti paralleli: sul fronte dell’attività dell’Anticorruzione e giudiziari. All’esame dell’Anac ci sono ora, come spiegato dalla stessa Raggi, tutti gli incarichi decisi finora dalla giunta. La sindaca ha inviato il 26 agosto la sua richiesta di parere all’Anticorruzione che risponderà quasi certamente dopo il prossimo consiglio la settimana entrante. La richiesta riguarda la corretta applicazione dell’articolo 90 del Testo unico degli enti locali per i componenti degli uffici di supporto agli organi politici. Al vaglio quindi andranno le posizioni dello staff del sindaco, e sotto la lente potrebbe finire anche Salvatore Romeo, il capo della sua segreteria politica, già al centro di polemiche per il suo stipendio triplicato da 40 mila a 120e uro, rispetto a quanto prendeva da funzionario capitolino. E proprio sul suo caso come sul resto dello staff del sindaco, la Raggi ha deciso di avviare una verifica che porterà a un taglio dei compensi. Si vedrà poi se l’Anac attiverà in proprio un’attività di verifica anche rispetto alla incompatibilità o inconferibilità di alcuni incarichi andando a rivedere le posizioni di alcuni assessori o ex assessori come, quella di Marcello Minenna, dimessosi ieri da assessore al bilancio, seguendo a ruota la medesima decisione presa dalla Raineri. Sul fronte giudiziario l’esposto con il quale il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia ha segnalato le presunte incongruenze sulle nomine del capo di gabinetto e del capo segreteria del sindaco, è stato depositato ieri, ma non è ancora al vaglio degli inquirenti. I tempi tecnici per il passaggio di un esposto dall’ufficio che lo riceve alla scrivania del magistrato competente, nel caso specifico il procuratore aggiunto Paolo Ielo, sono in genere di 4-5 giorni. Pertanto l’esame dell’atto e la conseguente apertura di un fascicolo avverrà nei prossimi giorni. Alla base dell’iniziativa di Fratelli d’Italia non solo i presunti illeciti legati alle due nomine, ma anche i compensi attribuiti: 193 mila per Raineri e 120 mila euro per Romeo. Abuso d’ufficio il reato ipotizzato dai denuncianti che si sono rivolti anche alla Corte dei Conti per i presunti danni erariali.

Ti potrebbero interessare anche:

Schiaffo dall'India, non ci compra più gli elicotteri
Mediaset, Piersilvio Berlusconi avverte: il 2013 anno zero della nuova azienda
USA/ Giro di vite della polizia di New York contro gli acrobati della Subway
Bolzano, molotov sul Frecciargento per Roma: forse attentato dimostrativo anarchico
NAPOLI/ Strage dal balcone, l'omicida non ha problemi psichici. Lutto cittadino
Un italiano su dieci soffre di malattie reumatiche, domenica screening gratuiti



wordpress stat