| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

SICUREZZA/ Emergenza migranti a Monteverde, la tendopoli di via Ramazzini va chiusa

1467118172-attachment-1-1“Gravissima aggressione ieri a calci e pugni ai danni di un’esercente di Monteverde i cui responsabili sarebbero alcuni immigrati. L’aggressione di inaudita violenza, per cui esprimo la mia solidarietà alla vittima, avrebbe provocato danni seri alla titolare di un negozio di via Ascanio Rivaldi, a due passi dal centro della Croce Rossa di via Ramazzini che ospita la tendopoli per migranti voluta dal Ministero dell’Interno. La donna si troverebbe in ospedale in seguito al pestaggio e sarebbe stata sottoposta anche a una delicata operazione – dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia I contorni della vicenda sono ancora poco chiari, e auspico che quanto prima gli inquirenti giungano ai responsabili, ma pare che la violenza sarebbe accaduta al rifiuto della signora di consegnare la borsa agli aggressori dopo averli invitati a prendere un the nel proprio negozio, in segno di accoglienza e ospitalità verso persone che avrebbe ritenuto in difficoltà. Gentilezza che sarebbe stata ripagata assurdamente con tanta ferocia. Ormai la situazione in tutto il quartiere è intollerabile, i residenti sono esasperati dal sovrannumero di immigrati provenienti anche dalla tendopoli di via Ramazzini che danno luogo a rovistaggio, questua molesta davanti a bar, supermercati e altre attività commerciali, fino ad arrivare a molestie più pesanti registrate in passato”. Effettivamente per Colli Portuensi e dintorni lo scenario è mutato sempre più in fretta nel giro di poche settimane. La presenza degli ospiti della tendopoli si è fatta massiccia, sono dappertutto, e presidiano con il cappello in mano gli ingressi di bar ed esercizi commerciali. La sera la tensione è palpabile. C’è aria di rivolta e venerdì 30 alle ore 18 ci sarà una manifestazione organizzata dai comitati di quartiere di Monteverde e Portuense proprio davanti la sede della Cri per chiedere la chiusura della tendopoli. “Venerdì 30 settembre alle ore 18 scenderemo in piazza in una grande manifestazione per chiedere la chiusura della tendopoli di via Ramazzini 31 – dichiara in una nota Mauro Squillaci, coordinatore del Comitato di Quartiere per la Sicurezza di Monteverde- . Le numerose adesioni che ci stanno pervenendo fanno presagire una risposta massiccia da parte dei cittadini che vivono quotidianamente i disagi derivanti dalla scellerata scelta di collocare nel quartiere Monteverde questo hub di accoglienza e permanenza per immigrati. Soprattutto, però, ci attendiamo la presenza del Municipio e dei suoi rappresentanti che, senza scuse, avranno l’occasione di far sentire la propria voce a tutela del territorio che amministrano. Finora, infatti, ben poco è stato fatto da parte loro per dare seguito alla pressante richiesta di maggiore sicurezza avanzata da parte dei cittadini rispetto a una situazione ormai non più sostenibile. Venerdì manderemo un chiaro segnale del quartiere al Governo, e faremo capire una volta per tutte che le prime esigenze da soddisfare e tutelare sono quelle degli italiani. ”

Ti potrebbero interessare anche:

Cristiano De Andrè, "Come in cielo così in guerra"
Roma di nuovo sotto'acqua. Anche il Gra
Senza stipendi da mesi: Tpl comunica, pagati quelli di ottobre
ANALISI/ Perchè non si sblocca la crisi libica
Bus e metro a rischio giovedì, lo sciopero rovina il Natale di Roma
Atac, si è passato il limite. E mezza flotta è in officina



wordpress stat