| categoria: sport

INTER/ Moratti e il rientro, non è questione immediata

Massimo Moratti, per ora, non tornerà alla presidenza dell’Inter. All’assemblea dei soci del club nerazzurro in programma a fine ottobre non sono previsti colpi di scena. «Mi dispiace deludere i tifosi che mi vorrebbero di nuovo in società ma voglio smentire quanto è stato detto: non è nei miei progetti un ritorno imminente nell’Inter. In futuro vedremo, non si può mai sapere». Lo annuncia lo stesso Moratti, in un’intervista a Tuttomercatoweb. L’ex presidente giudica anche priva di fondamento l’ipotesi di acquisire insieme a Marco Tronchetti Provera la quota di minoranza (31%) che Thohir potrebbe mettere in vendita entro il prossimo 30 novembre. «Ho letto anche io questa notizia – dice – ma non capisco perché si parli di questo possibile scenario». Dopo Moratti anche Pirelli, attraverso un portavoce, esclude un interesse della società o dell’ad e vicepresidente Tronchetti Provera verso le quote del club nerazzurro. Almeno per il momento nulla dovrebbe cambiare all’Inter. Moratti, secondo quanto dichiarato oggi, non avrebbe ancora accettato l’offerta del Suning che gli avrebbe chiesto di tornare alla presidenza dell’Inter. L’ex patron prende tempo per riflettere, pur facendo i conti con la nostalgia dell’ambiente nerazzurro. La proposta del Suning, rivelata nei giorni scorsi, ha aperto vari possibili scenari. Moratti potrebbe decidere di declinare l’offerta dei cinesi, oppure di accettarla senza necessariamente tornare in possesso di quote del club. A quel punto cambierebbe l’organigramma della società magari sostituendo gli attualii dirigenti, con professionisti di fede nerazzurra, italiani e profondi conosciutori dell’ambiente. In alternativa l’ex patron potrebbe accettare di riprendere la presidenza e allo stesso tempo rilevare le quote di Thohir. In tutti i casi resta da valutare la posizione di Thohir che allo stato attuale è ancora il presidente dell’Inter e il socio di minoranza del Suning. Un rebus tutto da chiarire con la sensazione che le rivoluzioni in casa Inter, non siano ancora finite.

Ti potrebbero interessare anche:

ANTIRAZZISMO/ Boateng ambasciatore Onu? "Tra una decina d'anni"
Cagliari, addio a stadio Is Arenas
Scherma, ai mondiali c'è l'oro per la Errigo
CAlCIOMERCATO/ Inter, Mata o Lamela: Ciccio Lodi torna a casa
Nasce il Chelsea 'italiano' di Sarri
FOCUS/ CALCIO: PALLOTTA 'DISGUSTATÒ,ROMA SUBITO IN RITIRO



wordpress stat