| categoria: salute, società

Troppe ore su internet, ipertesi 4 bimbi su 100

Allarme ipertensione tra bambini e adolescenti: secondo i dati elaborati dalla Società italiana di ipertensione arteriosa (Siia), il 4% dei bambini e ragazzi tra i 4 e i 18 anni ha la pressione alta, e 4 bambini su cento sono ipertesi già alle elementari. Sul banco degli imputati una dieta scorretta – troppo sale e zucchero nei cibi – ma anche una vita sedentaria alimentata da un uso eccessivo di internet e videogiochi.

Il 20,9% dei bambini nella fascia 8-9 anni è sovrappeso, e il 9,8% è obeso. Un bambino sovrappeso su 20 ha la pressione elevata e un bambino obeso su 4 è iperteso. Pressione oltre i limiti anche per il 14% nella fascia di età 18-35 anni. Di rischio cardiovascolare in età pediatrica si parlerà nel corso del congresso nazionale della Siia, in programma a Firenze dal 6 al 9 ottobre prossimi, nel corso del quale sarà presentato anche il primo gruppo di studio sul tema, promosso dalla società in collaborazione con la Società italiana di pediatria.

“L’ipertensione arteriosa e le sue gravi complicanze – afferma Gianfranco Parati, presidente Siia – si combattono efficacemente solo iniziando presto, prima che questa condizione abbia fatto danni a cuore e vasi arteriosi”. “Un bambino iperteso sarà molto probabilmente un adulto iperteso” spiega Simonetta Genovesi, ricercatrice del dipartimento medicina e chirurgia dell’Università degli Studi Milano – Bicocca e membro Siia. “Per lavorare in modo produttivo su questo tema – aggiunge – è necessaria la collaborazione con i pediatri”. “Anche in Italia – prosegue – abbiamo condotto studi che sottolineano come esista una correzione tra il tempo trascorso su pc, tablet e smartphone e dipendenza, obesità e ipertensione”.

Ti potrebbero interessare anche:

I geni vicini di casa ci aiuteranno a studiare il cervello e lo sviluppo di molte malattie
Otto milioni di italiani con le allergie, colpito 1 bimbo su 2 entro il 2020
Il Botox può aiutare chi ha l'asma
Vegetariani meno in salute, rischio depressione e tumore
Ictus, app per prevenirlo e ridurre lo stress con la musica "giusta"
La crisi cambia le città: meno negozi, più Street food e B&B



wordpress stat