| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Famiglie di disperati accampati a Villa Pamphili: sgomberate dai vigili

villa-pamphili-02 Famiglie di disperati accampati a Villa Pamphili: sgomberate dai vigili.Ripuliti e bonificati Casina rossa e Casetta dei Monti: edifici del Comune di Roma dimenticati
Così poveri da essere costretti a vivere in una costruzione abbandonata a Villa Pamphili. Ma la Polizia di Roma Capitale è intervenuta proprio all’interno di Villa Pamphili per la verifica di insediamenti abusivi in alcuni edifici che si trovano all’interno del parco.
Agenti del gruppo Monteverde, guidati dal dirigente Mario De Sclavis, coadiuvati da personale del PICS, della Polizia di Stato e della Sala Operativa Sociale hanno perlustrato tutta la villa, a partire dall’accesso di P.le Martin Luther King fino al lato di Via della Nocetta.
Durante le perlustrazioni sono stati individuati due insediamenti: uno alla “Casina Rossa”, dove ignoti avevano forzato il cancello d’ingresso, occupando le stanze apponendo poi nuove catene e lucchetti. Gli agenti, penetrati all’interno, hanno trovato materassi, masserizie e oggetti: le stanze erano presumibilmente occupate da una decina di persone.

In un secondo edificio, la “Casetta ai Monti”, anch’essa di proprietà di Roma Capitale, circa 20 persone ignote avevano occupato tutte le stanze: anche qui erano presenti materassi, suppellettili, resti di cibo, numerose bottiglie vuote, una cucina da campo, candele per illuminazione, e altro materiale di poco valore.
Anche qui i locali sono stati sgomberati e sigillati, con la presenza di funzionari della Sovrintendenza Capitolina. Gli operatori del’AMA, presenti sul posto, hanno smaltito tutti i materiali a discarica

Ti potrebbero interessare anche:

Ultimatum di Obama alla Cina, stop ai cyber-attacchi
ROMA/Infermiere killer condannato a ergastolo
SCHEDA/ Liti, "ombrelli" e calci, quando la tribuna è ultrà
Nuova chirurgia ortopedica ad Avezzano, a casa dopo quattro giorni
La protesta della curva spegne S.Siro, "Milan game over"
NATALE/ Ecco il pranzo dimezza-calorie che salva il panettone



wordpress stat