| categoria: Roma e Lazio

Il nuovo assessore Colomban: “Partecipate, niente privatizzazioni”

“Sarebbe ipocrita negarlo: in questi primi mesi abbiamo avuto qualche difficoltà. Tuttavia, le difficoltà ci hanno aiutato a crescere, perché le difficoltà o abbattono o aiutano a crescere”. Così Virginia Raggi, intervenendo in Consiglio comunale per presentare i due nuovi assessori al Bilancio e alle Partecipate, ha difeso l’operato della sua amministrazione: “In questi tre mesi abbiamo avuto modo di crescere, di rafforzare il gruppo e di imparare. E’ chiaro, nessuno di noi, tranne pochi che erano stati all’opposizione, aveva mai fatto questo fino ad ora, ma stiamo affrontando tutto con grande determinazione”.

Colomban: “No privatizzazione nè licenziamenti”. “È un onore essere stato chiamato a Roma. Contrariamente a quanto è stato scritto, tutti noi amiamo la nostra capitale. Quando mi hanno chiamato e ho visto le persone intorno al sindaco, pulite e professionali, ho detto ‘why not’? Sono qui e cerco di dare una mano per amministrare le partecipate con più efficienza. Nessuno vuole privatizzare le partecipare, vogliamo efficientarle”, ha detto l’assessore capitolino alle Partecipate, Massimo Colomban, durante la prima conferenza stampa dalla sua nomina. “Come non ho mai licenziato nessuno nelle società pubbliche e private che ho ristrutturato non prevedo di licenziare nessuno”. “Sul periodo di rodaggio, io sono 3 giorni che sono arrivato e in questo tempo, ma neanche in un mese, non si risana una società. La prima cosa che stiamo facendo è controllare bene i bilanci. Ci sono casi eclatanti, in cui sembra che tutto va bene e invece non è così”, ha poi detto Colomban, “dobbiamo vedere come funzionano le società, vedere i loro target, budget e standard di qualità dei servizi. Per le prime decisioni ci vorranno alcune settimane”.

Mazzillo ha ringraziato la Raggi per averlo scelto come capo staff e poi come assessore al Bilancio. “Voglio portare avanti questo incarico con determinazione e spirito di servizio avendo come punto di riferimento le esigenze dei cittadini. Il patrimonio del Comune – ha detto poi Mazzillo – deve essere messo a reddito. Da lì si possono recuperare molte risorse”. “C’è tutta una attività che deve essere condotta per razionalizzare la spesa, migliorare e rendere più efficienti i servizi. Una delle attività che sono riuscito a svolgere è stata quella di recuperare risorse per i servizi sociali. Questa è la prima delibera di giunta con cui abbiamo restituito nove milioni di risorse per il sociale”.

La nomina in aula. In mattinata durante il consiglio la sindaca aveva ringraziato “i romani che ci hanno dato fiducia, che hanno avuto la pazienza di attendere fino ad oggi per tanti anni un’amministrazione che lavorasse al loro fianco. Ci impegneremo ovviamente come già ci stiamo impegnando per realizzare il nostro programma”. All’Aula è stata poi comunicata la nomina dei due nuovi assessori, Andrea Mazzillo e Massimo Colomban: “Li ringrazio per aver assunto un compito cosi’ importante come quello di aiutare la squadra per riportare Roma al livello di una città europea, e di farlo lavorando in settori come il bilancio, molto sofferente, e le aziende, molto complesso”, ha detto la sindaca. “Ci siamo presi un mese – ha aggiunto – per scegliere le persone giuste e aiutarle nella scelta delle loro squadre, mettendo a loro disposizione un team di tecnici molto competenti che li supporteranno. Ci siamo presi il tempo necessario perché stiamo parlando di settori delicati e che hanno la necessità di essere affrontati in modo competente e molto diretto”.

La sindaca si è soffermata in particolare sul profilo di Mazzillo, dopo le polemiche dei giorni scorsi: “E’ dottore commercialista, abilitato ma non iscritto all’albo perché dipendente in aspettativa di Equitalia. Fino a poco fa è stato il mio capo staff. Ha partecipato al lavoro della commissione Spending review durante la scorsa consiliatura, quando era presieduta da Daniele Frongia, contribuendo a individuare questo tesoretto di sprechi e mancati incassi l’anno da 1,2 miliardi di euro”.

In riferimento ai due assessorati ora gestiti da Mazzillo e Colomban, peraltro, Raggi ha precisato: “Durante questo mese i due settori sono sempre stati presidiati, anzi ci sono stati alcuni collaboratori, Mazzillo in primis, che non hanno fatto altro che lavorare con il ragioniere generale Fermante e il presidente della commissione Bilancio Terranova, tanto che abbiamo subito individuato economie per 9 milioni di euro, riversandoli sui servizi sociali per i Municipi”. “La squadra – ha aggiunto la sindaca – ha continuato a lavorare per gestire le carenze che le dimissioni dell’altro assessore Minenna avevano generato, senza mai avere una scopertura su quei

Ti potrebbero interessare anche:

Inchiesta bus, partono le rogatorie per la Svizzera. E Berlusconi attacca: giustizia ad orologeria
POLITICA&ELEZIONI/ Scintille tra Pd e M5S
Barcaccia, processo agli ultrà del Feyenoord: "Ecco come è scoppiata la guerriglia"
Cartellopoli, si cambia. Tronca impone nuove regole
Maltempo quotidiano, albero cade su una pensilina Atac, quattro feriti
Umberto I: picchia portantino e fugge. Caccia all'aggressore, era stato espulso



wordpress stat