| categoria: Dall'interno

Tornano a brucare nel Ferrarese le pecore ‘tosaerba’

3caad2b698d39cd1902f766ce8fce88fEra uno spettacolo che attirava turisti e curiosi il gregge di pecore che il Comune di Ferrara aveva ingaggiato per tagliare l’erba del Sottomura alle porte della città. Il gregge è tornato nel Ferrarese: il pastore Massimo Freddi di Brescia è arrivato a Ponti Spagna, nel Bondenese. Dopo l’estate sui monti della Val Trompia ha riportato in pianura il gregge di 600 pecore per passare l’inverno. Le pecore “tosaerba” in zona brucarono 20 ettari di verde urbano, un ‘giardinaggio’ che richiamò l’attenzione dei media. Il gregge fu anche multato a Bondeno, problema poi risolto dall’Asl di Ferrara.

Ora il ritorno con le pecore “nude” dopo la tosatura. “È la quantità e qualità dell’erba disponibile che decide il tempo di permanenza. Abbiamo a disposizione 50 ettari, contiamo di fermarci a lungo. Ho ricevuto inviti informali dal Comune di Ferrara e mi piacerebbe ripetere l’esperienza della primavera.

Andrò nella zona attorno all’aeroporto, proposta come possibile pascolo. Conto di essere a Ferrara in primavera”.

Ti potrebbero interessare anche:

In Salento c'è chi non fa lo scontrino. Verificate 100 irregolarità
Meteo, nuova ondata di maltempo: venti forti e nubifragi da Nord a Sud
Trento, auto contromano in tangenziale: tre morti
Donna uccisa a Ancona,marito in coma. Presi figlia e fidanzato
MODENA/ Minaccia "stile Isis" a dei ragazzini. Ma era solo una bravata
Manuel Bortuzzo, confessano i due sospettati: "Abbiamo colpito lui per errore"



wordpress stat