| categoria: sanità

Il Veneto approva la riforma: le Asl sono 9 e nasce l’Azienda 0

2036744_928bfb053a58e795a1a3c8a078e97bb6 Il Veneto vara l’Azienda zero e ufficialmente “taglia” il numero delle Asl. E’ stata una maratona estenuante, ma alle 1,20 di giovedì il Consiglio regionale del Veneto ha approvato il Pdl 23 che riorganizza la sanità veneta, istituisce l’Azienda Zero e definisce i nuovi ambiti territoriali delle 9 Aziende socio sanitarie: una per provincia più Bassanese e Veneto Orientale (oltre all’Azienda ospedaliera di Padova, l’Azienda integrata di Verona e lo Iov).
45 i presenti in aula al momento del voto finale, 44 i voti validi, 27 a favore, 17 contrari, nessun astenuto. Hanno votato a favore Lega Nord, Gruppo Lista Zaia Presidente, Forza Italia, FdL-An Mcr, SiamoVeneto. Contrari Pd, Movimento Cinque Stelle, Lista Tosi, Veneto del Fare, Lista Moretti. Il consigliere Marino Zorzato (Area Popolare) non ha partecipato al voto. Assenti al momento della votazione Franco Ferrari (Lista Moretti), Elena Donazzan (Forza Italia), Alessandra Moretti e Piero Ruzzante del Pd, Pietro Dalla Libera (Veneto Civico), Silvia Rizzotto (Lista Zaia Presidente).
Soddisfatto il presidente Luca Zaia. «Con oggi va al suo posto una pietra angolare di tutta la legislatura. Riformare la sanità era un forte impegno elettorale, ma anche una necessità imprescindibile, per rispondere con un’organizzazione ancora più moderna alle sfide poste dalla contrazione dei finanziamenti nazionali, dal crescere dell’aspettativa di vita dei veneti e della loro richiesta di salute, per spostare ancora di più la barra della spesa dalla burocrazia alle cure, per sostenere ancor di più finanziariamente l’innovazione tecnologica e l’investimento sulle professionalità».

Ti potrebbero interessare anche:

STAMINA/ Il nuovo comitato, confermato il presidente Ferrari
Nel 2014 -2,3% ricoveri, calano anche le giornate di degenza
Lorenzin, nessun taglio alla sanità. Si lavora alla spending review
In stato vegetativo da 15 anni, recupera stato minimo coscienza
Policlinico Gemelli entra nella Rete Irccs delle neuroscienze e della neuroriabilitazione
Mancano lenzuola pulite, il Cardarelli a Napoli limita i ricoveri



wordpress stat