| categoria: società

Parole straniere nei dizionari italiani, ma sappiamo davvero cosa significano?

E’ la Settimana della Lingua Italiana nel mondo ma sempre più non ci si rende conto delle tante parole straniere che si utilizzano nella lingua italiana. Alcune parole straniere sono entrate nella lingua italiana ormai di diritto e non si tratta solo di parole inglesi, come si potrebbe pensare. Brainstorming, poltergeist, kitsch, golpe o gigolò, sono ormai entrate nei dizionari ufficiali. Se poi tutti ne conoscano il significato resta da vedere…
Cosa succede negli altri paesi europei? quali sono i più nazionalisti? quali che invece utilizzano parole straniere nella propria lingua? Babbel ha esaminato il rapporto di alcuni altri paesi nei confronti delle parole straniere e degli inglesismi in genere.

I contrari

Spagna
L’influenza delle lingue straniere moderne, specialmente di quella inglese, è molto debole. Le istituzioni per la lingua, come la Real Academia Española e la FUE, la “Fundación del Español urgente”, si premurano sempre di trovare un equivalente spagnolo.
Alcuni esempi:
Tablet: tableta
Mouse: ratón
Vintage: retro
Online: en línea
Sport: deporte
Hobby: afición

Francia
In Francia, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, c’è una forte influenza di lingue straniere, prima fra tutte l’inglese. La lingua parlata e la lingua ufficiale tendono però a percorrere due strade parallele. La prima è ormai ricca di termini inglesi, la seconda, impersonata dall’Académie francaise, lotta contro l’uso degli anglicismi e per la coniazione di equivalenti francesi.
Si è arrivati al punto che il governo ha indetto una campagna contro i termini inglesi usati nel mondo dell’informatica, sostituendoli con termini francesi. Contro il loro uso si è schierata anche la televisione di stato.

Vediamo alcuni esempi:
Smiley: francese “frimousse” (viso giovane)
Webcam: francese “cybercaméra”
Pop-up: francese “fenêtre intruse” (finestra intrusa)
Hacker: francese “fouineur” (pirata)
Chat: francese “dialogue en ligne” (dialogo in linea)

I creativi

Germania
L’inglese ha un’influenza così forte nella vita quotidiana che si è creato un termine ad hoc per descrivere questo modo di parlare misto: Denglisch (dalle parole DE, che sta per “Deutsch”, tedesco, e Englisch, per “inglese” scritto in tedesco. Oltre ad accettarle di buon grado nella lingua parlata e scritta, i tedeschi ne hanno inventate alcune che di inglese hanno solo l’apparenza.

Vediamone alcune:
Handy: parola tedesca per “cellulare”. In inglese significherebbe “pratico, di buona manualità”
Wellness: usata per indicare luoghi di rilassamento e trattamenti di bellezza, come la nostra Spa. In inglese è un termine che significa benessere.
Beamer: parola usata per video proiettore. In inglese britannico questo termine indica un lancio speciale nel cricket.
Old-timer: termine che indica una macchina d’epoca. Il corrispondente inglese sarebbe classic car oder vintage car. Old-timer significa “uomo vecchio”.
Hometrainer: in tedesco attrezzo per lo sport in casa. In inglese non esiste.

Brasile
L’inglese qui è molto presente nella lingua di tutti i giorni, ma anche qui spesso i termini sono usati in modo errato.

Esempi:
Pen drive: in inglese USB stick. i brasiliani usano questa parola per indicare la pennetta USB.
Outdoor: in inglese billboard, per indicare tabelloni/manifesti.
Affair: in inglese short-term romance, una relazione di breve durata. Il termine inglese (love) affair significa “avventura” extraconiugale, connotazione che il brasiliano non ha. Il termine per indicare questa relazione sarebbe invece “caso”. Esempio: Estou tendo um caso.

I favorevoli, a modo loro

Russia
Qui l’influenza dell’inglese è molto forte, specie da quando ci fu la dissoluzione dell’Unione Sovietica nel 1991.
I campi in cui è più presente sono quelli dell’informatica, dell’economia, dello sport e della cultura di massa. I termini sono scritti con l’alfabeto cirillico e vengono anche declinati all’interno della frase con il sistema grammaticale russo.

Vediamone alcuni esempi
Bodybuilding: бодибилдинг (bodibilding)
Notebook: ноутбук (noutbuk )
Briefing: брифинг (brifing)
Sponsor: спонсор (sponsor)
Prime time (inglese per “prima serata”): prajm-tajm
Soundtrack: саундтрек (saundtrek)
Mainstream (inglese per “(fenomeno) di massa”): мейнстрим (mejn¬strim)
Blockbuster: блокбастер (blokbaster)
talk show: ток-шоу (tok-šou)

Ti potrebbero interessare anche:

Facebook in crisi, gli adolescenti preferiscono Instagram
SOCIETA'/Adolescenti in Italia, per 6 su 10 è abuso di alcol, tabacco e cannabis
Telefono Azzurro,10 consigli se bimbi restano soli a casa in estate
Giovani e azzardo, numeri e contrasto alla ludopatia
Istat, in 10 anni 518 mila casalinghe in meno
INI PREMIA I VINCITORI DEL CONCORSO SULL’ECOLOGIA INTEGRALE



wordpress stat