| categoria: Dall'interno

Ferrara, barricate contro i profughi

Il prefetto di Ferrara, Michele Tortora, ha requisito l’ostello di Gorino per ospitare profughi, ma i cittadini di Gorino hanno costruito barricate in serata, bloccando le strade, per impedire il passaggio del pullman scortato dalle forze dell’ordine. Bancali di legno sono stati posizionati in tre punti d’accesso a Gorino e sarebbe in corso una mediazione con le decine di manifestanti aggregati ai blocchi. L’arrivo era annunciato nell’ambito dell’accoglienza nazionale.

La decisione di requisire parzialmente l’ostello bar Amore-Natura, «tenuto conto della saturazione delle strutture già funzionanti», spiega la Prefettura, è per ospitare 11 donne, «gruppo di migranti assegnato alla provincia di Ferrara». Il prefetto spiega che la requisizione «ha carattere eccezionale straordinario», rivolgendo un appello «ad amministrazioni pubbliche, associazioni di volontariato e strutture ecclesiastiche affinché offrano ogni collaborazione», anche per «ulteriori esigenze», verosimili «anche a breve». Ma circa 150 manifestanti sono scesi in strada a Gorino, frazione di Goro, bloccando l’accesso all’ostello che avrebbe dovuto ospitare 12 donne straniere di cui una in gravidanza e che era stato requisito parzialmente dal prefetto di Ferrara, Michele Tortora, per il piano accoglienza. Il blocco stradale è in corso da alcune ore. Sul posto anche i carabinieri del comando provinciale di Ferrara. Per motivi di ordine pubblico si sta valutando di cambiare la destinazione dei profughi, che sono ancora in pullman, lontani dal luogo della manifestazione di protesta.

Ti potrebbero interessare anche:

Rissa e investimento nel bergamasco. Muore anche il medico che prestava soccorso
Alluvione in Sardegna, indagati i vertici della Protezione Civile sarda
Studente di 17 anni precipita dal quinto piano, è grave
Italia bagnata e provata dal maltempo. Effetto neve a Roma, ma è solo grandine
Vatileaks, il processo entra nel vivo. Lunedì interrogato Vallejo
SMOG LEGATO A MAGGIOR RISCHIO DI DEMENZA, +40% IN CITTÀ



wordpress stat