| categoria: esteri

Calais, i migranti tornano nel campo dato alle fiamme

2047061_calais_incendio_jpg_pagespeed_ce_3hmwrxww-eContrariamente a quanto annunciato in precedenza dal prefetto di Calais, Fabienne Buccio, lo sgombero della cosiddetta ‘Giungla’ di Calais non è ancora finito. Dopo gli incendi delle ultime ore, che avevano condotto all’allontanamento di tanti migranti anche per lasciare spazio ai vigili del fuoco, molti di loro stanno progressivamente rientrando nella bidonville: è quanto riferisce un giornalista di BFM-TV presente sul posto.

La prefettura del Pas-de-Calais aveva detto che gli incendi nel campo sono solo una tradizione dei migranti per dire addio ai loro alloggi di fortuna? «È vero che che c’è questa tradizione – risponde Leschi – E però oggi ciò che preoccupa è che questi inizi d’incendio sono multipli e simultanei. Ce ne sono tanti, dobbiamo porci delle domande…». Secondo la testimonianza di alcuni migranti ad appiccare il fuoco sarebbero stati degli europei. «Abbiamo avuto questa informazione ma andrebbe confermata», ha aggiunto il responsabile dell’Ofii. Da questa notte al campo Giungla si moltiplicano gli incendi. Le immagini diffuse dalle reti all news di Francia sono impressionanti. Una densa coltre di fumo nero si solleva nel cielo di Calais mentre il fuoco divora le tende e le baracche dei migranti in corso di evacuazione.

Ti potrebbero interessare anche:

FOCUS/ Iraq, tra governo e jihadisti vincono i curdi
Ancora morti nell'Egeo, sei annegati. Anche due bambini
Nasce la nuova Libia, domani si firma per il governo di unità
"Figlio mio, lascia l'Isis e fuggi con me". Ma lui decapita la madre
Birmingham, artificieri in azione: arrestate 5 persone, progettavano attentati
L’Austria schiera 600 agenti alla frontiera (ma non ci sono migranti)



wordpress stat