| categoria: società

Wifi e colazione tardi, cosa vogliono bimbi all’hotel

Piscine e gelati ma anche wifi e colazione tardi: si sa che i bambini non hanno peli sulla lingua e hanno le idee molto chiare. E per questo Booking.com ha chiesto a 22.500 piccoli giramondo dai 5 ai 15 anni di dire la loro sulle strutture dove hanno soggiornato durante la passata estate. Ne è venuta fuori un’analisi di gusti e tendenze dei Little Adventurer talmente precisa che potrebbe far venire la voglia al portale di hotel e alloggi vacanza di aprire le recensioni anche ai bambini. E finalmente anche i piccoletti potranno indicare ai loro coetanei non solo cose “noiose” come la pulizia e la posizione dell’hotel (come fanno i genitori) ma anche le cose veramente importanti come quali sono le strutture con i letti dove si salta meglio e quali quelle con i camerieri che sanno le migliori barzellette…

Concentrandosi sulla fascia dai 5 agli 11 anni si evidenziano queste priorità: innanzitutto poter soggiornare in strutture vicino a/con piscine e scivoli d’acqua (per il 73%) o sulla spiaggia (per il 58%) seguite subito dalle attività che non possono fare a casa (per il 54%). Poter giocare con altri bambini è importante per circa la metà (42%), mentre oltre un terzo vorrebbe avere tutto il gelato possibile (34%) e il cibo che normalmente non può mangiare a casa (per il 32%). Infine 1 su 5 preferisce alloggiare in stanze più grandi di quella che ha a casa (per il 24%) e con letti su cui possa saltare (22%), mentre 1 su 10 si aspetta che il personale dell’albergo sappia appunto raccontare barzellette divertenti.

Molto diversi ovviamente i teenager (12-15 anni): la maggior parte (89%) indica come assolutamente fondamentale la presenza di una connessione WiFi potente e veloce. Per il 44% è importante avere la possibilità di fare belle foto da pubblicare sui social (per questo è risultato super apprezzato il Brasile con hotel affacciati direttamente sulla spiaggia o sul Cristo Redentore o sul Pan di Zucchero). Ottenere consensi e condivisioni su Instagram, Snapchat e Weibo è molto importante per la Generazione Z, un trend che non si può assolutamente ignorare. Nella top 5 dei fattori più importanti inoltre non manca la piscina, o la vicinanza al mare, e anche tutta una serie di attività cui poter prendere parte durante il soggiorno. Solo il 25% degli adolescenti ritiene importante fare nuove amicizie.

Tra i fattori molto apprezzati la colazione sul tardi (per il 42% dei teen e oltre un quarto dei bimbi) e le attività serali (per il 46% tra 5-11 anni e per il 27% di quelli più grandi). Parlando di destinazioni Grecia, Brasile e Stati Uniti sono state giudicate destinazioni top dai bambini mentre i ragazzi intervistati hanno molto apprezzato anche Giappone, Messico e Canada. Taiwan e Malesia battono tutti per la dimensione delle camere ma il Brasile si impone per l’elasticità dei letti. Per le spiagge sono senza rivali Grecia e Croazia. C’è posto anche per l’Italia che fa capolino al 4/o posto nella classifica delle mete adatte per un tuffo nella storia dominata da Gran Bretagna (apprezzata per fari e castelli), Irlanda e Paesi Bassi.

Ti potrebbero interessare anche:

Milano capitale del car sharing: sotto al Duomo l'80% del mercato italiano
La mappa degli insulti via twitter, Roma e Milano le città che odiano di più
Sei milioni di turisti sotto le stelle tra camper e tenda
IL PROBLEMA/ Assistito solo un autosufficiente su tre. E gli altri
Italiani e il Natale, il 96% lo associa al cibo
Estate in privacy/Dal Garante le 10 regole per non avere brutte sorprese



wordpress stat