| categoria: esteri

Facebook, Zuckerberg indagato a Monaco: non ha rimosso contenuti anti-semiti

2062127_mark_jpg_pagespeed_ce_ctm45zfrqmPer la prima volta, la magistratura tedesca sta indagando i vertici statunitensi di Facebook, tra cui il fondatore e capo Mark Zuckerberg, per la mancata rimozione di contenuti criminali come minacce e negazioni del genocidio ebraico. Lo rivela il sito del settimanale Der Spiegel precisando che l’indagine viene condotta dalla Procura di Monaco tra gli altri contro la direttrice operativa della rete sociale americana, Sheryl Sandberg, e il «capo-lobbysta» per l’Europa, Richard Allan.

L’indagine è stata innescata dalla denuncia di un avvocato di Wuerzburg, Chan-jo Jun, che accusa Facebook di aver omesso di rimuovere «istigazioni all’omicidio, minacce di violenza, negazioni dell’olocausto e altri crimini» nonostante fossero stati debitamente segnalati. All’inizio dell’anno una denuncia analoga alla Procura di Amburgo era rimasta senza conseguenze per carente competenza territoriale e indagini contro manager tedeschi erano state archiviate, ricorda il sito.

Ti potrebbero interessare anche:

La Regina riprenderà i viaggi all'estero, prima tappa Roma
MAROCCO/ Mille in fila indiana tentano l'assalto alla frontiera di Melilla
Turchia: il pugno duro di Erdogan, la polizia carica i manifestanti
USA/ Spara in un consultorio in Colorado, tre morti. Preso vivo dopo 5 ore
Usa, proteste contro polizia violenta: 25 arresti a San Francisco
Kerry a Hiroshima, fiori al memoriale ma non scuse. Preludio per una visita di Obama?



wordpress stat