| categoria: attualità

Il sindaco di Amatrice, o aprite le strade o chiudo la città

O si ripristina la viabilità e le strade di accesso o “entro 10 giorni chiudo il paese. Andiamo tutti al mare e chiudiamo tutto. Riconsegno le chiavi alla Protezione civile, a tutti coloro che si sono comportati bene. E’ l’ultimatum lanciato dal sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ai microfoni di Radio Amatrice. “La situazione della viabilità è notevolmente peggiorata. Se entro 10 giorni non verranno eseguiti i lavori sulla Romanella e sul by-pass nuovo di Retrosi, dove c’è già il progetto, chiuderò il Paese”. “Ho posto all’attenzione dei vertici – sottolinea il sindaco – che la viabilità, quella che riguarda sia la Romanella che Retrosi, già segnalata in video conferenza con la Dicomac il 14 di settembre scorso, è fondamentale per il passaggio dei soccorsi, per quello dei mezzi del latte, per gli scuolabus. Situazione ribadita il 18 di ottobre. Oggi la situazione è che queste due strade sono interdette perché anche a Retrosi quel pezzo di strada fatta all’inizio

Ti potrebbero interessare anche:

MATURITA'/Al classico esce Quintiliano. La Carrozza fa rassegna stampa su twitter
ISIS/ Parà italiani per la diga di Mosul, partenza in primavera
Furbetti del badge a Foggia: 20 arresti. Timbravano a turno per gli assenti
Naufragio al largo di Lampedusa, 239 morti. Almeno sei bambini fra le vittime
Migranti, Frontex: «Gli altri Stati non sono disponibili a offrire porti»
Expo, il sindaco di Milano Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio



wordpress stat