| categoria: editoriale, Senza categoria

La rivolta dell’America progressista delusa

Uno schiaffo a chi pensava ad una vittoria a mani basse di Hillary Clinton quasi per un fatto dinastico, a chi pensava che l’approccio muscolare di Donald Trump alla campagna elettorale spaventasse tutti. L’America delusa, scontenta, ha votato chi prometteva una realtà diversa, a chi prometteva un piede sull’acceleratore, a chi ci metteva dell’entusiasmo e dei soldi propri. Non una visione romanticaI democratici americani hanno incassato un colpo proibito, sarà dura ricompattarsi dietro ad una nuova leadership che oggi non è neppure all’orizzonte. I repubblicani che avevano scansato, disprezzato il biondo Tycoon dovranno andare a Canossa con il capo cosparso di cenere. L’America è repubblicana, dalla Casa Bianca al Congresso e la via del nuovo presidente è in discesa. Ha vinto con amplissimo margine. I Clinton lo sapevano, hanno finto che andasse tutto bene e i media li hanno sostenuti a forza, fino all’ultimo minuto e oltre. Le promesse di Obama sono rimaste sostanzialmente tali, la middle class, l’America operaia non ha visto i benefici della politica della Casa Bianca. Ci vuol altro per far cambiare idea a un paese sostanzialmente deluso, stanco, disincantato, diviso su tanti punti e lontano da Washington Dc. Trump ha vinto largamente e lo hanno votato anche gli americani di colore, anche quelle minoranze etniche che si sentono completamente assorbite ma che hanno bisogno di emergere, di sperare, di avere degli obiettivi. Trump è un’incognita su tanti punti. Clinton-Obama hanno fallito, e questa è una certezza acquisita

Ti potrebbero interessare anche:

Beatrice Fazi, mia candidatura ritirata per non danneggiare la Rai
Un futuro per Renzi nei film di Tinto Brass? Il regista: lo vorrei protagonista
Zingaretti, Lazio prima Regione ad istituire il garante rifugiati
Caso Fortuna, picchiata in carcere la mamma di Antonio
ANALISI/ Roma tradita dai grillini. E una via d'uscita non c'è
Nuovo direttore alla Dia, è il gen. Governale



wordpress stat