| categoria: sport

L’Italia fa tutto nel 1° tempo: battuto il Liechtenstein 0-4

sainte_croix_de_jerusalem_6173 L’Itala fa la goleada solo nel primo tempo, chiuso con il rotondo 4 a 0 che momentaneamente l’ha avvicinata alla Spagna. Invece, non riuscendo la Nazionale a segnare altri gol al Liechtenstein nella ripresa, nella classifica del gruppo G tutto è rimasto come prima. La differenza reti premia ancora la Roja di Lopetegui che, vingendo 4 a 0 contro la Macedonia, è ancora a più 7. Il testa a testa nelle qualficazioni mondiali va avanti, con le rivali affiancate in vetta con 10 punti, e quasi sicuramente sarà decisivo il 2° scontro diretto che gli azzurri giocheranno in trasferta il 2 settembre 2017. Anche perché l’Abania di De Biasi, dopo la sconfitta in casa con Israele, perde quota e si ritrova al 4° posto e 4 punti indietro.

SENZA STORIA
Non c’è stata partita. Risultato scontato e per certi versi annunciato. I 3 punti, senza abbodanza di gol. L’Italia, con il nuovo sistema di gioco, ha interpretato bene il match, soprattutto all’inizio. Il 4-2-4 ha un senso e il Liechtenstein, al 183° posto nel ranking Fifa, è l’avversario ideale per divertirsi. Subito le reti Belotti e Immobile che fanno la differenza in campionato e in maglia azzurra. Il primo chiuderà la gara con la sua prima doppietta in Nazionale. La coppia va che è una meraviglia, così come funzionano le sovrappoisizioni del debuttante Zappacosta a destra e di De Sciglio a sinistra. Il primo ha sempre avanzato nello lo spazio che gli ha lasciato Candreva, l’altro ha sfruttato la sintonia che ha con Bonaventura. Romagnoli, al 3ç match consecutivo da titolare, ha confermato di avere personalità Anche Verratti e De Rossi si sono scambiati alla perfezione i compiti. Il secondo più regista basso, il giovane più in pressing e rifinitore. Al resto hanno pensato Belotti e Immobile, sempre in movimento e in agguato. Da quando c’è Ventura che li ha voluti in tandem, proprio come nel Torino, non hanno sbagliato un colpo: già 7 gol, 4 il laziale e 3 il granata. Il ricambio generazionale comincia a dare i primi frutti.

FRENATA INASPETTATA
La doppietta di Belotti, le reti di Immobile e Candreva: il raccolto dell’Italia nella prima parte è stato più che soddisfacente. Ma solo l’approccio è stato giusto. Perché nella ripresa il rimo è calato, il Liechtenstein si è difeso con più ordine e gli azzurri sono stati meno precisi e più frenetici. Il ct ha provato a cambiare gli interpreti, magari per avere maggiore lucidità: dentro Insigne per Bonaventura, Eder per Candreva e Zaza per Immobile. Le 3 sostituzioni, però, sono servite a poco. La Spagna resta lontana, almeno nella differenza reti.

Ti potrebbero interessare anche:

Il Milan batte il Genoa soffrendo e spera nell'Europa
Napoli batte il Barcellona 1-0. Decide Dzemaili
SERIEA/ Eder stende l'Empoli e la Samp vola al quarto posto
Dybala resta in panchina, l'Atalanta passa a Palermo
Max Biaggi torna e domina con l'Aprilia a Misano nelle Superbike
L'Inter non vince più, anche a Palermo è pareggio



wordpress stat