| categoria: attualità

Camorra, ex sottosegretario del Pdl Nicola Cosentino condannato a 9 anni

a7d8297f01d72e6debc0ac4e84ad7b29L’ex sottosegretario del Pdl Nicola Cosentino è stato condannato a nove anni di carcere e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici per concorso esterno in associazione camorristica. La sentenza del tribunale di Santa Maria Capua Vetere è stata letta in aula.

Il collegio del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, presieduto da Giampaolo Guglielmo (a latere Rosaria Dello Stritto e Pasquale D’Angelo), ha anche condannato Nicola Cosentino alla interdizione legale per il periodo della condanna e alla misura di sicurezza della libertà vigilata di due anni, da scontare dopo la pena. I giudici hanno escluso inoltre l’ipotesi del riciclaggio, concernente il presunto cambio da parte di Cosentino degli assegni bancari consegnatigli da emissari del clan; l’ipotesi era ricompresa in quella principale di concorso esterno. I magistrati hanno poi ritenuto la sussistenza della colpevolezza dell’ex sottosegretario fino all’8 dicembre 2005, mentre per il pm Alessandro Milita – che durante la requisitoria aveva chiesto 16 anni di carcere – le condotte incriminate sarebbero andate avanti dal 1980 fin quasi ai giorni nostri. Le motivazioni saranno depositate entro il termine di novanta giorni. Al termine dell’udienza, mentre il pm Alessandro Milita, visibilmente sollevato, ha spiegato che “questo è tra i processi più importanti per la Dda”, l’avvocato di Cosentino, Agostino De Caro, ha invece affermato polemicamente che “questo è tra i processi in cui si è giudicato un fenomeno; i fatti penalmente rilevanti non sono emersi” ha concluso.

Ti potrebbero interessare anche:

Giallo su Hillary Clintons. Dimessa dall'ospedale?
Durerà 36 mesi il commissariamento dell'Ilva
Muore Vincenzo Cerami, sceneggiatore de "La vita è bella"
Tav, cominciato lo scavo a Chiomonte
Borse: la bolla cinese spaventa più della Grecia
Coree, incontro storico Trump-Kim al confine



wordpress stat