| categoria: esteri

Ue, Schulz lascia la presidenza del Parlamento per dedicarsi alla politica tedesca

550x189x2100373_schulz_jpg_pagespeed_ic_g1g2bkauitIl presidente del parlamento europeo Martin Schulz chiuderà la sua esperienza politica a Bruxelles e si dedicherà alla politica tedesca. Lo ha annunciato lo stesso politico alla redazione europea di Ard, secondo quanto riporta anche la Dpa.«Ho preso la mia decisione, l’anno prossimo correrò al Bundestag come capolista del mio partito, l’Spd, nel Land del Nordreno-Vestfalia. Continuerò a battermi per l’Europa dal livello nazionale», ha detto. «In tutto il mio mandato mi sono sforzato di rendere più influente il Parlamento, unica istituzione europea i cui membri sono eletti direttamente». Schulz ha ringraziato i colleghi deputati e il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker, «amico e vero europeo». «Più che mai il mondo ha bisogno di un’Europa forte e unita – ha aggiunto – e la Germania, lo Stato più grande dell’Unione, ha una responsabilità tutta particolare».Viene così confermata l’indiscrezione che compare questa mattina sulla prima pagina della Sueddeutsche Zeitung. Secondo il quotidiano di Monaco, «Schulz non si proporrà per un nuovo mandato alla presidenza del parlamento europeo» ma «guiderà la lista dei socialdemocratici nel Land del Nordreno-Vestfalia» alle prossime elezioni del settembre 2017. «La decisione sarebbe stata comunicata ieri sera all’Spd» del Nordreno-Vestfalia, ha aggiunto la Sueddeutsche.

Resta invece ancora incerto «se Schulz correrà anche come candidato alla cancelleria», ruolo per il quale è invece ancora favorito il presidente del partito Sigmar Gabriel. Il presidente del parlamento europeo è anche uno dei nomi in discussione per subentrare al ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier, se questi, come probabile, verrà eletto a febbraio 2017 nuovo presidente federale, ha concluso la Sueddeutsche.

Facebook Twitter Google+ RSS

Il Messaggero

GIOTAG

ESCI

Messaggero Digital

ROMA

VITERBO

RIETI

LATINA

FROSINONE

ABRUZZO

MARCHE

UMBRIA

VIDEO

FOTO

HOME

PRIMO PIANO

ECONOMIA

SPETTACOLI E CULTURA

SOCIETÀ

SPORT

MOTORI

TECNOLOGIA

LE ALTRE SEZIONI ▼

Cronaca

Politica

Esteri

Sanità

Vaticano

Scuola e Università

Elezioni Comunali 2016

USA 2016

Il Messaggero > Primo Piano > Esteri

Ue, Schulz lascia la presidenza del Parlamento per dedicarsi alla politica tedesca

Martin Schulz

Il presidente del parlamento europeo Martin Schulz chiuderà la sua esperienza politica a Bruxelles e si dedicherà alla politica tedesca. Lo ha annunciato lo stesso politico alla redazione europea di Ard, secondo quanto riporta anche la Dpa.

«Ho preso la mia decisione, l’anno prossimo correrò al Bundestag come capolista del mio partito, l’Spd, nel Land del Nordreno-Vestfalia. Continuerò a battermi per l’Europa dal livello nazionale», ha detto. «In tutto il mio mandato mi sono sforzato di rendere più influente il Parlamento, unica istituzione europea i cui membri sono eletti direttamente». Schulz ha ringraziato i colleghi deputati e il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker, «amico e vero europeo». «Più che mai il mondo ha bisogno di un’Europa forte e unita – ha aggiunto – e la Germania, lo Stato più grande dell’Unione, ha una responsabilità tutta particolare».

Viene così confermata l’indiscrezione che compare questa mattina sulla prima pagina della Sueddeutsche Zeitung. Secondo il quotidiano di Monaco, «Schulz non si proporrà per un nuovo mandato alla presidenza del parlamento europeo» ma «guiderà la lista dei socialdemocratici nel Land del Nordreno-Vestfalia» alle prossime elezioni del settembre 2017. «La decisione sarebbe stata comunicata ieri sera all’Spd» del Nordreno-Vestfalia, ha aggiunto la Sueddeutsche.

Resta invece ancora incerto «se Schulz correrà anche come candidato alla cancelleria», ruolo per il quale è invece ancora favorito il presidente del partito Sigmar Gabriel. Il presidente del parlamento europeo è anche uno dei nomi in discussione per subentrare al ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier, se questi, come probabile, verrà eletto a febbraio 2017 nuovo presidente federale, ha concluso la Sueddeutsche.

Ti potrebbero interessare anche:

Accordo con la Ue e piano di pace a Est, la roadmap di Poroshenko
Assalto Isis ad un villaggio siriano, centinaia di ostaggi
FOCUS/ Presi tre giovani inglesi in Turchia, volevano unirsi all'Isis
MIGRANTI/ Tensione e scontri al confine tra Grecia e Macedonia
KENYA: 3 DONNE IN BURQA ATTACCANO POLIZIA, UCCISE ++
Francia e Germania: "Fondo ripresa da 500 miliardi"



wordpress stat