| categoria: Cultura, Dall'interno

Torino, scoperta la mummia di Nefertari al museo egizio

2124898_mummia_nefertari_torino_4
Le gambe della leggendaria regina egiziana sono conservate in una teca. Per identificare i suoi resti sono state fatte analisi chimiche, antropologiche, genetiche e datazione al radiocarbonio. Secondo lo studio i resti sono quelle di una donna adulta di circa 40 anni di età. Inoltre i materiali utilizzati per imbalsamare le gambe sono in linea con i metodi usati nella mummificazione del 13 secolo avanti Cristo. Alla moglie preferita del faraone Ramses II, venne dedicata una tomba splendidamente decorata nella Valle delle Regine. E anche se saccheggiata in tempi antichi, la tomba, scoperta nel 1904 Novecento dall’archeologo italiano Ernesto Schiaparelli, conteneva ancora diversi resti che furono inviati al Museo Egizio di Torino, incluse parti di un paio di gambe mummificate (tibie e femori). Ma lo studio per scoprire se quelle gambe potevano effettivamente rappresentare tutto ciò che restava di una delle regine

Ti potrebbero interessare anche:

Amianto ancora presente in tante scuole italiane
Gdf smantella un maxi distretto del falso, 120 mila prodotti
Infanzia: 91mila minorenni maltrattati, più a Sud e Centro
Isis:padovana dalla Siria,vorrei fuggire
POLEMICHE PER GUIDA FELTRINELLI SU CASERTA
VITERBO/ Atto di vandalismo contro la struttura dell'ex Terme Inps



wordpress stat